Home / Festival del Cinema / The Disaster Artist: impressioni e commenti sul film di James Franco
The Disaster Artist

The Disaster Artist: impressioni e commenti sul film di James Franco

The Disaster Artist è il nuovo film diretto, interpretato e co-prodotto da James Franco, che uscirà in Italia il 25 Gennaio 2018, distribuito da Warner Bros. Italia.

The Disaster Artist: la sinossi

Il film racconta la storia di un outsider di Hollywood, Tommy Wiseau, realizzatore di The Room, un film dalle dubbie qualità estetiche che venne definito “il Quarto Potere dei film brutti”. Tommy Wiseau è una figura misteriosa, un personaggio singolare e un po’ inquietante, ma che affascina con la sua grande passione per il cinema il suo amico Greg Sestero, che diventerà suo collaboratore nella realizzazione del film. The Disaster Artist dunque ripercorre la nascita della loro amicizia e letteralmente il dietro le quinte piuttosto burrascoso del film The Room, uscito nel 2003.

The Disaster Artist: impressioni e commenti

James Franco riesce a liberarsi da quella brutta accoglienza che aveva ricevuto il suo precedente film, In Doubious Battle, procedendo con un discorso meta-cinematografico interessante in cui si The Disaster Artistpuò leggere non poca autoironia. Franco, come ha già fatto in precedenza per gli altri suoi film, è qui onnipresente in veste di attore, regista e produttore, ma in questo caso per interpretare Tommy Wiseau, un personaggio altrettanto onnipresente e molto più discutibile che realizza un film decisamente scadente. Inoltre, il fatto che al fianco di James Franco ci sia suo fratello minore Dave, la cui notorietà è decisamente inferiore a quella di James, fa ulteriormente sorridere.

Il risultato però, a differenza di The Room, è un film divertente, ironico ed estremamente godibile, in cui emerge come assoluta protagonista la passione per il cinema, che accomuna Tommy e Greg, il quale nonostante riconosca i limiti del suo amico decide di non abbandonare il loro progetto. Tommy, una specie di Ed Wood moderno senza la mania per gli abiti femminili, spicca in tutta la The Disaster Artistsua bizzarra e disturbante personalità grazie all’interpretazione di un quasi irriconoscibile James Franco vistosamente imbruttito.

Molto divertente è anche il confronto finale tra scene dal film originale The Room e quello realizzato nel film di James Franco, oltre ai numerosi cameo di attori e registi estremamente famosi, spesso nei panni di se stessi.

Insomma, una dichiarazione d’amore per il cinema decisamente fuori dagli schemi della cinefilia raffinata!

The Disaster Artist

valutazione globale - 7.5

7.5

ironico e spassoso

User Rating: Be the first one !

The Disaster Artist: curiosità

Molto probabilmente la maggior parte degli spettatori non conoscono il film di Tommy Wiseau in questione, ma ciò non sorprende affatto se si pensa alle scene riproposte alla fine di The Disaster Artist.

Greg Sestero, l’attore che ha interpretato Mark, ha pubblicato nel 2013 un libro intitolato The Disaster Artist: My Life Inside The Room, The Greatest Bad Movie Ever Made che racconta la storia della produzione del film e della travagliata amicizia tra Sestero e Tommy Wiseau: i diritti del libro per la realizzazione del film sono stati acquistati da Seth Rogen nel 2014.

The Disaster ArtistOriginariamente, Tommy Wiseau voleva che Johnny Depp lo interpretasse nel film; tuttavia, Franco riuscì a convincerlo di essere la scelta migliore per il ruolo. Nel giugno del 2014, Dave Franco ha annunciato che avrebbe interpretato Greg Sestero: in seguito ad un colloquio con l’attore, Wiseau ha dato la sua approvazione anche a lui. Verso la fine del 2015, Seth Rogen è entrato in trattative per interpretare Sandy Schklair, il segretario di edizione di The Room e principale antagonista di Wiseau.

Nelle sale cinematografiche il film ha incassato appena 1.800 dollari a fronte di un budget di ben sei milioni, al punto da non essere doppiato o distribuito al di fuori degli Stati Uniti.

A causa dell’involontaria comicità di molte scene, il film ha avuto un buon successo nel mercato home video, nelle proiezioni nel circuito cinematografico secondario e nelle sale di mezzanotte diventando un oggetto di culto.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Bianca Friedman

6 comments

  1. Czy muszę jeszcze kogokolwiek zachęcać do czytania? 😛

  2. Link z kolei interesujących, dlatego uważam, że warto w niego zdobyć

  3. Trafnie napisane, więc warto się zapoznać

  4. Usługa wykonana szybko, sprawnie i zgodnie z ustaleniami

  5. Fajne spojrzenie na rzecz, każdy powinien rozczytać dodatkowo zapoznać się z motywem.

  6. Badawcze wpisy, dobra tematyka

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *