Home / Netflix / I flagelli di Breslavia: la recensione del thriller polacco su Netflix
I flagelli di Breslavia

I flagelli di Breslavia: la recensione del thriller polacco su Netflix

La recensione del thriller polacco presente nel catalogo Netflix I flagelli di Breslavia. Il film è diretto da Patryk Vega, regista specializzato in film d’azione.

I flagelli di Breslavia: trama

Dopo il ritrovamento di un corpo in una sacca fatta di pelle bovina, la detective polacca Helena Ruś  si accorge che un killer sta ricreando una serie di punizioni tipiche del ‘700. Tutti i giorni per sei giorni, alle ore 18, l’assassino ucciderà una nuova persona che apparentemente non ha niente in comune con le precedenti.
Nelle indagini la detective Ruś sarà affiancata da un’eccentrica profiler inviata dal comando centrale.

I flagelli di Breslavia: le nostre impressioni

Una scena de I flagelli di Breslavia

Netflix ci ha ormai abituati ad offrire film originali che rispettino tutti gli stilemi del genere e I flagelli di Breslavia, thriller d’azione polacco diretto da Patryk Vega, non fa eccezione.

La storia è interessante ed il ritmo quasi sincopato con cui si dipanano le vicende, lascia pochissimo spazio alla caratterizzazione dei personaggi, a maggior ragione di quelli secondari, e a qualsiasi sottotrama.

Il personaggio della detective Ruś è caratterizzato come il classico personaggio rude e problematico. Il suo personaggio, così come gli altri personaggi femminili, donne forti e che perseguono con tenacia il loro scopo, sono scritti nettamente meglio dei personaggi maschili, che peccano di estrema semplificazione diventando quasi macchiettistici.

malgorzata kożuchowska ne I flagelli di Breslavia

Il colpo di scena che si trova alla metà del film dovrebbe essere uno dei momenti più importanti in tutta la narrazione ma, purtroppo, uno spettatore avvezzo alla visione di prodotti simili, molto probabilmente riuscirà ad anticiparlo di diversi minuti togliendo enfasi al momento del disvelamento.
Da quel momento la pellicola prende una piega totalmente diversa e porta a compimento solo parzialmente le belle premesse che erano state create inizialmente.

Tecnicamente il film di Vega si distingue per una fotografia fredda ed una direzione completamente asservita alla storia, quasi invisibile.

I flagelli di Breslavia

Valutazione globale - 6

6

Un classico thriller che, tutto sommato, risulta piacevole

User Rating: Be the first one !

I flagelli di Breslavia: un giudizio in sintesi

I flagelli di Breslavia è un thriller che fa del ritmo il suo più grande punto di forza. Paragonarlo a mostri sacri del genere, come ad esempio il Seven di Fincher, di cui si intravedono analogie in certi punti, sarebbe veramente impietoso. La prima parte è comunque molto interessante e ben scritta, così come sono ben scritti il trio di personaggi femminili principali.

Purtroppo, dopo il colpo di scena di metà film, un po’ telefonato a dire il vero, la storia si perde un po’ ma risulta tutto sommato un thriller piacevole.

Seguici su Facebook!

About Mirko Ballone

Classe 1986, mi interesso a tutto quanto ruoti intorno alla comunicazione ed al raccontar storie. Mi appassiono giovanissimo alla fotografia e da lì alla settima arte il passo è breve. Rimango folgorato da Hitchcock, Kubrick, la Nuovelle Vague e dai grandi del cinema italiano; da allora non riesco più a fare a meno di sognare davanti ad un grande schermo. I viaggi, il cinema, le serie tv, i buoni libri e la buona tavola occupano la maggior parte della mia giornata, nei ritagli di tempo cerco di vivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *