Home / News / Oscar 2018: le previsioni come Miglior Regista. Sarà l’anno di Nolan?
Oscar 2018

Oscar 2018: le previsioni come Miglior Regista. Sarà l’anno di Nolan?

La corsa all’Oscar 2018 come Miglior Regista sarà una lotta bella agguerrita tra due pesi massimi del cinema contemporaneo come Christopher Nolan e Steven Spielberg. Se il secondo è un habitué della notte degli Academy con 4 Oscar vinti e 17 nomination totali finora, il secondo, sembra strano, non è ancora riuscito a mettere la mano sulla statuetta più ambita da tutti coloro che fanno cinema. Per Nolan potrebbe essere finalmente l’anno giusto avendo messo d’accordo proprio tutti con Dunkirk, un film, forse il più ambizioso della sua carriera, puramente esperienziale che opera senza una struttura di trama tradizionale o addirittura senza avere un singolo protagonista.

Leggete anche la nostra recensione di Dunkirk

Spielberg e Guadagnino in corsa per l’Oscar 2018 come Miglior Regista

Anche se ancora nessuno è riuscito a vedere The Post, sembra proprio che il nome di Steven Spielberg rientri nel mucchio dei papabili alla cinquina di nominati come Miglior Regia. Con The Post Oscar 2018Spielberg racconta la storia della pubblicazione da parte del Washington Post dei Pentagon Papers contro il parere dell’allora Presidente Nixon. Il film può vantare un cast di alto livello con una coppia di protagonisti che il premio Oscar lo conoscono molto bene come Meryl Streep e Tom Hanks.

Guarda anche il trailer di The Post

Ma tra i possibili candidati si fa sempre più strada il nome di Luca Guadagnino. Il suo Chiamami col tuo nome (titolo originale Call Me By Your Name) è a detta di molti il film più bello dell’anno (in Italia lo vedremo soltanto a Febbraio del nuovo anno). Da quando ha debuttato lo scorso gennaio al Sundance il film di Guadagnino ha raccolto soltanto consensi negli altri festival in cui ha partecipato e la Sony Pictures Classics lo sta promuovendo per inserirlo tra i titoli presenti nelle categorie più importanti degli Oscar 2018. Insomma, se dovessimo vedere il nome del regista di Io sono l’amore tra Spielberg e Nolan non ci dovremo meravigliare più di tanto.

Anche Guillermo Del Toro e Joe Wright saranno della partita?

Oscar 2018Buone probabilità che tra i nominati ci sia anche Guillermo Del Toro grazie al suo The Shape of Water, trionfatore con il Leone d’Oro a Venezia. Per molti è il miglior film che Del Toro abbia mai sfornato in carriera e sicuramente questo titolo ce lo ritroveremo anche in altre categorie di peso. Si tratterebbe della prima candidatura agli Oscar come Miglior Regia per Del Toro. L’attrice protagonista del film, Sally Hawkins, è in corsa per una nomination come Miglior Attrice

Se l’Academy è in cerca di nominati più ‘tradizionali’ allora potrebbe spuntare nella cinquina il nome di Joe Wright che con L’ora più buia. Il film è una serie di discorsi e conversazioni, ma Wright pare sia stato capace di elevare il materiale ad altezze cinematografiche molto alte, mettendo la storia davanti a tutto. Il film segue le vicende di Winston Churchill (interpretato da Gary Oldman, papabile Miglior Attore) durante le prime fasi della II Guerra Mondiale.

Quelli appena elencati sono i nomi che partano un tantino avvantaggiati rispetto ad altri. Ma nulla è ancora deciso e i giochi sono aperti ancora per un paio di mesi. Vediamo quali sono anche quei nomi che potrebbero tentare fino all’ultimo di dire la propria per gli Oscar 2018:

FRONTRUNNERS

1. Christopher Nolan – Dunkirk

2. Guillermo del Toro – The Shape of Water

3. Luca Guadagnino – Chiamami col tuo nome

4. Steven Spielberg – The Post

5. Joe Wright – L’ora più buia

AD UN PASSO DALLA CINQUINA

6. Denis Villeneuve – Blade Runner 2049

7. Jordan Peele – Get Out

8. Dee Rees – Mudbound

9. Greta Gerwig – Lady Bird

10. Martin McDonagh – Tre manifesti fuori Ebbing, Missouri

11. Patty Jenkins – Wonder Woman

12. Paul Thomas Anderson – Phantom Thread

OUTSIDERS

13. Sean Baker – The Florida Project

14. Richard Linklater – Last Flag Flying

15. Michael Showalter – The Big Sick

16. Rian Johnson – Star Wars: Gli ultimi Jedi

17. Kathryn Bigelow – Detroit

18. Edgar Wright – Baby Driver – Il genio della fuga

19. James Mangold – Logan

20. Ridley Scott – Tutti i soldi del mondo

21. Aaron Sorkin – Molly’s Game

22. Craig Gillespie – I, Tonya

23. Angela Robinson – Professor Marston and the Wonder Women

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Collider

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.