Home / News / Morto Stalin se ne fa un altro: proibita la proiezione del film in Russia
morto stalin se ne fa un altro

Morto Stalin se ne fa un altro: proibita la proiezione del film in Russia

Il ministro della cultura del paese ha ritirato il permesso di proiettare Morto Stalin se ne fa un altro dopo le lamentele che sono sorte dopo una proiezione stampa. La decisione è stata presa dopo la proiezione del film, cui partecipavano membri dell’industria cinematografica locale, rappresentanti della Russian Historic Society e membri della Duma, una delle camere del parlamento russo.

Le lamentele in seguito alla proiezione di Morto Stalin se ne fa un altro

In seguito alla proiezione, un numero di figure pubbliche hanno fatto appello al ministero della morto stalin se ne fa un altrocultura per ritirare il permesso di proiettare il film per “aver distorto gli eventi storici” e “essersi preso gioco dei simboli sovietici”.

“Non ho mai visto nulla di tanto spregevole” ha detto Yelena Drapeko, uno dei membri della Duma e precedentemente attrice presente alla proiezione. “Questa è una diffamazione, una provocazione che mira a persuaderci che noi, la nostra nazione e i nostri cittadini siamo orribili e i nostri governanti degli idioti”.

Purtroppo niente distribuzione per il film di Iannucci in Russia

Il film di Armando Iannucci doveva essere distribuito nelle sale dalla Volga; in seguito alla notizia tuttavia non sono stati rilasciati ancora dei commenti.

Già a Settembre il partito comunista russo, il secondo più ampio del parlamento, aveva richiesto di proibire il film in quanto screditava la figura del leader Joseph Stalin, ma al momento non erano stati presi dei provvedimenti a riguardo.

A quanto pare la commedia nera che racconta una versione satirica e finzionale delle lotte intestine al Cremlino in seguito alla morte di Stalin nel 1953 risulta purtroppo ancora difficile da digerire…

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: The Hollywood Reporter

About Bianca Friedman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.