Home / News / Jonah Hill parla di Mid90s, il suo primo film da regista
Jonah Hill, primo piano

Jonah Hill parla di Mid90s, il suo primo film da regista

Jonah Hill sta vivendo il suo momento d’oro. Mid90s è il suo primo film da regista e le impressioni fino a questo momento sono tutte molto positive. Hill era presente domenica scorsa, insieme ai componenti del cast, per una proiezione a sorpresa del film al New York Film Festival.

Durante la serata, il giovanissimo attore e protagonista Sunny Suljic ha lodato Hill per aver creato un forte legame di amicizia sul set con tutti gli attori:”Non mi ha mai messo troppa pressione, anzi. Si è presentato come se fosse un altro amico“. E sulle sue abilità da regista, ha detto: “sembra che lo faccia da sempre“.

Jonah Hill: Una carriera in ascesa

Principalmente noto per la sua carriera attoriale, Jonah Hill compie con Mid90s il suo primo passo dietro la cinepresa. Da Superbad del 2007 – film in cui ha ricoperto per la prima volta il ruolo di protagonista – alla nuova serie tv Netflix Maniac, dove recita in coppia con Emma Stone, Hill ha guadagnato anche due nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista, nel 2011 con L’arte di vincere, e nel 2013 con The wolf of Wall Street.

Leggete anche la nostra recensione di Maniac

Durante l’intervista a THR ha rivelato che, pur amando la recitazione, scrivere e dirigere un film interamente suo rappresenta da sempre il suo primo grande amore.”Sono un cinefilo da tutta la vita, e questo mi ha dato grande gioia sin da bambino, insieme alla passione per lo skateboard“.

Mid90s: una storia in parte autobiografica      Mid90s, locandina, Sunny Suljic, cielo

Mid90s racconta la vicenda personale di Stevie (Suljic), un ragazzino di tredici anni alle prese con una situazione familiare difficile, una madre affettuosa ma spesso assente (Katherine Waterston), e un fratello maggiore violento nei suoi confronti (Lucas Hedges). Desideroso di fuggire da questo desolante scenario, Stevie trova conforto stringendo amicizia con un gruppo di skaters adolescenti, scontrandosi con la dura realtà del suo quartiere.

Nonostante l’ambientazione nei sobborghi di Los Angeles di metà anni ’90, Jonah Hill afferma che il suo film non sia esattamente autobiografico. Tuttavia, ammette anche che la storia sia molto vicina la suo cuore. “Se guardo ai miei registi preferiti, come Mike Nichols o Barry Levinson, le loro prime opere erano molto personali e di grande impatto emotivo. Ecco perché ho voluto girare Mid90s“.

Hill figura anche tra i produttori della pellicola, insieme a Scott Rudin, Eli Bush, Ken Kao, Lila Yacoub e Mikey Alfred, che sarà distribuita da A24. Mid90s uscirà in America il prossimo 19 ottobre.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: The Hollywood Reporter

About Andrea Colzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.