Home / News / Paramount e Universal in lizza per il film su Da Vinci con Leonardo DiCaprio
Leonardo DiCaprio

Paramount e Universal in lizza per il film su Da Vinci con Leonardo DiCaprio

La leggenda narra che Leonardo DiCaprio è stato chiamato col nome del celebre pittore, scultore e inventore italiano poiché la madre, di fronte ad uno dei suoi dipinti, abbia sentito per la prima volta la futura star di Hollywood tirare un calcio nel grembo materno. Sembra quindi che sia stato il destino a volere che DiCaprio interpretasse prima o poi il ruolo del suo celebre omonimo, l’autore de L’Ultima Cena e dell’enigmatica Mona Lisa.

Una battaglia all’ultima offerta

Leonardo DiCaprioLa Paramount e la Universal hanno intrapreso una lotta all’ultima offerta per ottenere i diritti d’autore del libro di Walter Isaacson Leonardo da Vinci, tra i cui produttori troviamo Appian Way e che sembra avrà come attore principale Leonardo DiCaprio. La Paramount, con cui la Appian Way di DiCaprio e Jennifer Davisson hanno stilato una sorta di accordo preliminare, si è interessata subito al progetto. La Universal, per non essere meno, ha dimostrato a sua volta un grande interesse per il progetto, facendo si che si creasse un vero e proprio scontro all’ultima offerta.

Tra gli altri lavori di Isaacson ricordiamo anche Steve Jobs, che è diventato poi il successo cinematografico omonimo diretto da Danny Boyle con Michael Fassbender. L’editore del Times ha inoltre scritto alcuni bestsellers su figure come Benjamin Franklin ed Albert Einstein, su cui si è basata la serie candidata agli Emmy e prodotta da NatGeo Genius, con protagonista principale Geoffrey Rush. Il libro verrà pubblicato nel mese di ottobre dalla Simon & Schuster.

Leonardo da Vinci: il lavoro condotto da Isaacson

Secondo alcune informazioni fornite dalla casa editrice, Isaacson ha usato gli appunti di Leonardo da Vinci per redigere il suo libro, creando una miscela unica di arte, scienza e la curiosità vorace che ha sempre contraddistinto l’artista italiano. Oltre ad aver dipinto delle opere note a livello mondiale, da Vinci ha rivoluzionato anche lo studio dell’anatomia (ricordiamo per esempio lo studio dell’Uomo Vitruviano), dei fossili, dei volatili, di rivoluzionarie macchine volanti e da guerra. Era solito togliere dei campioni di pelle dai volti dei cadaveri per poi disegnare i muscoli che muovono gli occhi e le labbra, per poi dipingere il sorriso più famoso del mondo. Ha esplorato la logica che sta dietro all’ottica, dimostrando come i raggi solari che colpiscono la cornea danno l’illusione della prospettiva ne L’Ultima Cena.  Isaacson ha inoltre descritto come la passione di da Vinci per le rappresentazioni teatrali, che hanno influenzato molto le sue opere.

I progetti della Appian Way di Leonardo DiCaprio e della Paramount

Leonardo DiCaprioLa Appian Way è migrata dalla Warner Bros. alla Paramount, stilando un accordo di 3 anni nel 2016 dopo che Leonardo DiCaprio ha vinto il Premio Oscar come Miglior Attore per The Revenant. La casa di produzione spera che DiCaprio accetti di partecipare al film The Devil in The White City, l’adattamento cinematografico del romanzo di Erik Larson, il cui copione è stato scritto da Billy Ray. Il progetto riunirà nella lavorazione sia DiCaprio che Martin Scorsese. La Appian e la Paramount stanno lavorando separatamente ad alcuni progetti tra cui l’adattamento del romanzo di Kayla Olson Sandcastle Empire, che narra la storia di un mondo in un futuro apocalittico stroncato dai cambiamenti climatici. Stanno inoltre lavorando ad un film ancora senza titolo sullo scandalo delle emissioni nocive causato dalle ditte Volkswagen e ad una serie TV basata sulla vita di Charles Lindbergh.

La Appian Way sta continuando a collaborare con la Paramount per il film Akira e per un altro progetto sulla vita di Richard Jewell, l’eroe dell’incidente all’Olympic Park del 1996. Jonah Hills dovrebbe interpretare il ruolo di Jewell mentre Leonardo DiCaprio dovrebbe interpretare il ruolo del suo avvocato. La Appian Way produrrà poi il progetto diretto da Otto Bathurst Robin Hood e Killers of the Flower Moon, basato sul romanzo di David Grann.

Il romanzo di Isaacson è affidato alla rappresentanza della ICM Partners: DiCaprio è rappresentato dalla LBI e dagli avvocati Gretchen Rush e Steve Warren.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Ilaria Coppini

25, ormai laureata in Letterature e Filologie Euroamericane, titolo conseguito solo per guardare film e serie TV in lingua originale (sulle battute ci sto ancora lavorando). Almeno un'ora al giorno per vedere un episodio la trovo sempre, e Netflix è ormai il mio migliore amico. Datemi del cibo e una connessione veloce e scatenerete la binge-watcher che è in me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.