Home / Recensioni / Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey: la recensione del film Netflix con Lily James
Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey: la recensione del film Netflix con Lily James

Arriva su Netflix Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey, diretto da Mike Newell con protagonista Lily James. Un period drama ispirato all’omonimo bestseller letterario di Mary Ann Shaffer e Annie Barrows.

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey: sinossi

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey 1946, Londra. Juliet Ahston (Lily Adams) è una scrittrice e giornalista di successo in cerca dell’ispirazione per un nuovo libro da scrivere. Un giorno riceve una lettera da Dawsey Adams – che casualmente ha comprato un libro che le era appartenuto e al cui interno era riportato il suo nome e indirizzo. Animati da una comune passione per la lettura, i due iniziano a scriversi. In questo modo Juliet viene a scoprire dell’esistenza di un club letterario davvero particolare, Il club del libro e della torta di bucce di patate di Guernsey. La curiosità per la storia del club e la vita dei suoi animatori durante l’occupazione nazista è così forte che ben presto Juliet decide di approdare sulla piccola isola della Manica per scoprire qualcosa di più sui suoi curiosi abitanti. Ciò che troverà le cambierà per sempre la vita…

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey: le nostre impressioniIl club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey sin dal titolo, insolitamente lungo e decisamente bizzarro, evoca una storia d’altri tempi, una pagina di un passato perduto tra le pieghe della memoria, che si apre a molti spunti di riflessione.  Il film, intelligentemente orchestrato dal regista di Quattro matrimoni e un funerale, Mike Newell, è infatti molte cose insieme. Period drama, commedia brillante, storia romantica, racconto di guerra e omaggio al piacere per la lettura e al potere che i libri hanno di salvare la vita delle persone.

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey porta sullo schermo l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo, The Guernsey Literary and Potato Peel Pie Society, scritto a quattro mani da Mary Ann Shaffer e dalla nipote Annie Barrows. Il romanzo, pubblicato nel 2008, con oltre 7,5 milioni di copie vendute in 37 paesi del mondo, è rimasto a lungo in vetta alla lista dei best-seller del New York Times. Un successo editoriale indiscusso che si compone di molti ingredienti che il film di Newell e la sceneggiatura di Don Roos e Tom Bezucha sanno rappresentare per immagini con eleganza e delicatezza.

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey Lily JamesPrimo ingrediente della lista è l’ambientazione, l’isola inglese di Guernsey nel canale della Manica, di fronte alla costa francese, con i suoi colori e paesaggi quasi fiabeschi, fatti di scogliere, fienili stile Tudor e cottage in pietra. Il secondo coloro che animano questo fazzoletto di terra, primi fra tutti i protagonisti del club letterario, vero cuore pulsante della storia. La ciliegina sulla torta è Juliet Ashton (Lily James), giovane e bella scrittrice, diventata una firma molto popolare nel dopoguerra, vittima, come gli abitanti di Guernsey, della crudeltà del regime nazista negli anni dell’occupazione. Ultimo ingrediente e amalgama di tutto è infine la forza che la lettura, i libri e la cultura possono infondere alle persone, trasformandosi nell’ultima ancora di salvezza quando tutto sembra perduto.

Sono i libri infatti l’arma più potente di cui dispongono gli associati del club letterario di Guernsey e sono i libri e l’amore per la lettura a mettere in contatto per via epistolare uno degli animatori del club, l’allevatore di maiali Dawsey Adams Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey(Michiel Huisman), e Juliet Ashton, alla disperata ricerca di ispirazione per un nuovo romanzo. La curiosità di scoprire qualcosa di più su questo insolito club porta la giovane Juliet a lasciare momentaneamente gli impegni letterari londinesi e il fidanzato, l’editore americano Mark Reynolds (Glen Powell), e a imbarcarsi sulla prima nave diretta a Guernsey. Una volta giunta sull’isola, Juliet si ritrova completamente immensa nel variegato mondo del club e dei suoi associati, che durante la guerra hanno scelto i libri come atto di resistenza all’occupazione, trovando nella lettura calore e conforto.

Un gesto semplice, apparentante banale, ma profondamente coraggioso e ricco di umanità, un’umanità che la giovane Juliet impara a scoprire entrando in contatto con le cicatrici interiori che la guerra ha lasciato su ognuno dei membri del club.  La narrazione filmica, dal canto suo, segue passo passo le ricerche di Juliet, muovendosi tra passato e presente, in una costante oscillazione temporale che ci mette a conoscenza delle vicende personali e umane degli abitanti dell’isole di Guernsey.

Il club del libro e della torta di bucce di patata di GuernseyA dare spolvero all’intreccio della storia, un cast azzeccatissimo che, oltre al nome di Lily Adams, perfetta nei panni dell’intelligente e dolce Juliet, annovera quelli di Matthew Goode, Michiel Huisman, Jessica Brown Findlay, Glen Powell e Tom Courtenay.

È in questo mondo quasi incantato che Juliet inizierà un percorso profondo di scoperta di sé e di riappropriazione del proprio destino. Una storia romantica, ottimista, forse troppo per i nostri giorni, ma deliziosamente sincera e genuina, un piacere per gli occhi e un momento di evasione che ci ricorda come esistano dei luoghi e delle persone che ci appartengono ancora prima di conoscerle e che qualche volta il segreto per scoprire chi siamo può celarsi dietro un libro trovato per sbaglio in uno scaffale dimenticato.

Il Club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey

Valutazione globale - 7.5

7.5

Un film aggraziato e genuino sul potere rivoluzionario dei libri

User Rating: 5 ( 3 votes)

Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey: giudizio in sintesi

 Il club del libro e della torta di bucce di patata di GuernseyIl club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey, diretto da Mike Newell, tratto dall’omonimo successo letterario, è un film d’altri tempi come il mondo che descrive. Una storia tenera, delicata e raffinata nelle sue scelte formali, che catapulta lo spettatore, insieme alla protagonista, in una dimensione insolita, alla quale non ci si può non affezionare al primo sguardo. Complice in ciò non solo l’ambientazione fiabesca, la genuinità dei personaggi e la dolcezza di Lily James, ma anche il messaggio sotteso a tutta la narrazione. Perché il film è prima di tutto una storia sui libri, sulla potenza della lettura e sulla cultura come collante umano potentissimo, capace di unire laddove regna divisione e solitudine. Un messaggio forte per un film positivo, una favola aggraziata che rincuora, senza pretendere di essere nient’altro oltre a quello che è. Un atto d’ umiltà in cui risiede il maggior punto di forza del film.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

SE VI E’ PIACIUTO IL FILM, POTREBBERO PIACERTI ANCHE:

About Biancamaria Majorana

Scrittrice occasionale, irriducibile amante del cinema e delle serie TV, ma sopratutto curiosa per vocazione. Ho scoperto il cinema che non ero più piccolissima, ma ho fatto del mio meglio per recuperare il gap e oggi consumo voracemente film e serie televisive ogniqualvolta mi sia possibile. Non sono certa di nulla, ma di una cosa sono sicura: abbiamo tanto bisogno di storie, se belle ancora meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.