Home / Recensioni / Vi presento Toni Erdmann: scheda, trailer e recensione del film di Maren Ade
vi presento toni erdmann

Vi presento Toni Erdmann: scheda, trailer e recensione del film di Maren Ade

 

  • scheda e trailer 
  • recensione 

DATA USCITA: 2 marzo 2017
GENERE: Commedia
REGIA: Maren Ade
ATTORI: Peter Simonischek, Sandra Hüller
NAZIONALITÁ: Germania, Australia
DURATA: 162′
DISTRIBUITO DA: Cinema

Sinossi: Il film è una deliziosa e sorprendente commedia che racconta il complicato ma tenero rapporto di una giovane donna manager, dedita solo al successo e alla carriera, con l’eccentrico padre, che fa di tutto per farle tornare il senso dell’umorismo e la leggerezza della vita.

Candidato ai Premi Oscar 2017 come migliore film straniero, e acclamato al Festival di Cannes 2016, Vi presento Toni Erdmann è il terzo lungometraggio della regista tedesca Maren Ade.  Già distintasi con Everyone Else, vincitore dell’Orso D’Argento nel 2009, la Ade che ha iniziato da adolescente a girare film amatoriali con una videocamera Hi-8, mantiene in questa pellicola una regia naïve da presa diretta con lunghe inquadrature ravvicinate che coinvolgono lo spettatore fin dentro la storia. La macchina si avvicina a tal punto ai personaggi da far provare imbarazzo per l’intromissione nelle vicende altrui.

Vi presento Toni Erdmann: la trama

Quando l’eccentrico maestro di pianoforte Winfried Conradi (Peter Simonischek) si presenta a Bucarest dove lavora da anni sua figlia Ines (Sandra Hüller), donna-in-carriera fredda e pervasiva, lei finge di non vi presento toni erdmannvederlo. Nei giorni successivi, imbarazzata delle buffonate del padre e sotto pressione per un lavoro in cui deve contendere il primato con uomini-squalo della finanza, lo introdurrà nel suo ambiente come il Signor Toni Erdmanm. Winfried Conradi si presenta con parrucca sintetica e grandi denti posticci, e si spaccia con nonchalance per ambasciatore, uomo d’affari o life-coach di qualche pezzo grosso. Ai travestimenti e agli atteggiamenti eccentrici di Winfried, Ines risponde con un comportamento distaccato, un abbigliamento ingessato, movimenti e chignon a banana sempre sotto controllo. Solo nel finale i due si “spogliano” dei loro travestimenti per marcare un sottile avvicinamento delle parti. Alla domanda “ma tu sei felice..?”, Ines risponde con le parole di Whitney Huston: “Learning to love yourself it is the greatest love of all… , mentre per Winfried la felicità è coglierne l’attimo, fargli una fotografia. Prima che svanisca, nei titoli di coda.

Vi presento Toni Erdmann: location

A fare da cornice allo scontro tra Ines e Toni/Winfried, sono i moderni palazzi di vetro, i residence e ristoranti di lusso della Bucarest in piena espansione economica. Ambienti estranei ed entrambi, decorati con oggetti costosi che tuttavia non hanno storia né anima. Il film tuttavia inizia e si conclude nella Germania di provincia più cara alla Ade, cresciuta a Karlsruhe, in case piene di piante, di cianfrusaglie e di ricordi, e dove i due – anche solo per un attimo – si rispecchiano.

Ines vs. Winfried, il giudizio

La locandina promette un “Trionfo di risate” e un film “Travolgente”, tuttavia non fatevi ingannare: questo non è un film da domenica pomeriggio. Anche se girato con più leggerezza, Vi presento Toni vi presento toni erdmannErdmann ricorda la regia di Lars von Trier e le regole stilistiche anti-holliwoodiane del movimento Dogma. Le risate ci sono ma sono più grida di sfogo che risate di comicità. E travolgente sarà la voglia di chiamare vostro padre all’uscita del cinema!

Per concludere, sulla lunghezza – a mio avviso eccessiva – del film, la Ade dichiarava candidamente: “Ho tagliato fuori un sacco di cose…ma poi ho rimesso tutto come prima, tranne forse 10 secondi. Perché quando ho tolto alcune scene, il film sembrava ancora più a lungo. E’ strano a volte”.

Quindi godetevi questi 162’ di situazioni imbarazzanti, dialoghi che sembrano improvvisati, silenzi teutonici, un girato da real-time e un’altalenante sensazione di calore-gelo come foste in menopausa!

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Vi presento Toni Erdmann

Valutazione globale

Una commedia eccentrica e a tratti sconcertante

User Rating: Be the first one !

About Francesca Braghetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.