Home / News / Twin Peaks: uomini che sognano e donne protagoniste nella parte 14

Twin Peaks: uomini che sognano e donne protagoniste nella parte 14

“Siamo come il sognatore che sogna e vive nel sogno. Ma chi è il sognatore?”.

La risposta alla domanda posta da Monica Bellucci, nelle vesti di se stessa, all’interno della parte 14 di Twin Peaks potrebbe essere Gordon Cole. L’agente dell’FBI interpretato da David Lynch, nel corso di una scena, descrive il sogno che ha fatto la notte precedente quando la ‘sua ragazza’ gli pone questa domanda. E’ lui, quindi, il sognatore?

Niente dell’ultimo episodio andato in onda richiede una comprensione degli eventi esplicita, quindi perché andare a cercare risposte esplicite? La parte 14 è costruita sulla logica dei sogni. Tre scene su tutte si distinguono per le idee e per le reazioni che provocano, ma anche per chi le ha provocate. Tutt’e tre le scene si concentrano sui personaggi femminili della serie, partendo dal legame di Diane con Dougie Jones.

Il legame di Diane con Dougie Jones

Twin PeaksDiane viene messa al corrente da Cole, Rosenfield e Preston del ritrovamento di un anello nello stomaco del maggiore Briggs che presenta un’incisione della seguente frase “To Dougie from Janey-E”. A quel punto Diane confessa che sua sorella si fa chiamare proprio come Janey-E ed è sposata con un uomo chiamato Doguie Jones.

Sono queste le rivelazioni che fanno la gioia di ogni fan di Twin Peaks. Due storie apparentemente scollegate tra loro trovano all’improvviso un legame che non ti aspetti. Ricordiamo però che Diane è sotto l’influenza di Evil Cooper e che per questo motivo potrebbe anche mentire sulla sua parentela col personaggio interpretato da Naomi Watts. Quest’ultima insieme a Laura Dern (Diane) hanno fin qui offerto un’interpretazione intensa di due donne, sorelle, che non si piacciono l’un l’altra.

Diane guida l’azione nella realtà mentre Cole, spettatore passivo, lo fa all’interno del suo sogno guidato da Monica Bellucci in persona. L’intera sequenza è un misto tra sogni e flashback (Lynch all’ennesima potenza, insomma). Cole sogna la Bellucci che lo dirige al sogno di Dale Cooper che a sua volta diventa un ricordo descritto in Fuoco cammina con me. Il ruolo della Bellucci, atteso da quasi 14 settimane, diventa fondamentale anche se non è chiara la ragione del perché si trovi all’interno nel sogno di Cole.

Sarah Palmer: chi la possiede?

Allo stesso modo di Diane che non sappiamo se mente o meno, resta un’incognita anche chi ha preso possesso del corpo di Sarah Palmer, protagonista di una scena ad alto contenuto di splatter che suona come risposta ai soprusi sulle donne da parte degli uomini di cui la serie è piena. Il contrasto che mette in mostra la scena è forte. Una donna debole, apparentemente indifesa si ‘apre’ la faccia per sgozzare un uomo troppo invadente.

Ma Sarah Palmer, come detto, non è se stessa. E’ importante notare come lei sia consapevole di ciò che ha fatto anche se mente al proprietario del locale in cui si trovava. Sa cosa è successo, ma sa anche il motivo per cui l’ha fatto? O meglio ancora, sa chi ‘vive’ dentro di lei?

Naido: la sognatrice che vive all’interno del suo sogno

Twin PeaksMolto di quello che viene detto da Monica Bellucci nel sogno di Cole è riferito al passato di Dale Cooper. La Bellucci riporta il sogno fatto da Cooper che vede anche la presenza di Phillip Jeffries (David Bowie, a cui l’episodio è dedicato). Cooper è anche l’unica persona connessa a Naido, vista per la prima volta nella parte 3 dove i due si incontrarono nella stanza del Gigante.

Naido ricompare nella parte 14. Viene trovata completamente nuda nel bosco da Truman, Hawks, Bobby e Andy mentre stavano seguendo gli indizi lasciati dal maggiore Briggs. Andy, dopo un breve colloquio col gigante, avvisa gli altri che Naido va protetta perché c’è qualcuno che la vuole morta.

Naido è parte di altro ‘regno’. Non esiste nel mondo reale. Appartiene ad un’altra dimensione, ad un’altra realtà, o ancora ad uno spazio accessibile solo attraverso i sogni. Ha protetto Cooper nella parte 3 aiutandolo a tornare nel mondo reale. Non c’è ragione nel non pensare che sia ‘scesa’ sulla Terra per aiutare Andy e tutti gli abitanti di Twin Peaks da un pericolo imminente. E se alla fine fosse lei La Sognatrice necessaria per interpretare quello che sta per accadere?

Vi ricordiamo che mancano soltanto 4 parti alla conclusione della serie The Return di Twin Peaks.

Scopri i 5 motivi per cui David Lynch potrebbe chiudere la serie con un cliffhanger.

Fonte: Indiewire

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *