Home / Recensioni / Ben is Back: recensione del film con Julia Roberts e Lucas Hedges
Julia Roberts e Lucas Hedges in Ben is Back

Ben is Back: recensione del film con Julia Roberts e Lucas Hedges

Peter Hedges dirige il figlio Lucas ed un’intensa Julia Roberts nel dramma Ben is Back, presentato all’ultimo Festival Internazionale del Cinema di Toronto.

Ben is Back: sinossi

Julia Roberts e Lucas HedgesIl givane Ben (Lucas Hedges) vive da diversi mesi in una comunità di recupero dove sta cercando di disintossicarsi dalle droghe. Il giorno della vigilia di Natale, senza avvisare nessuno, si presenta a casa della sua famiglia. La madre Holly (Julia Roberts) lo accoglie subito a braccia aperte, mentre il resto della famiglia è diffidente al ritorno di Ben. Nel corso di 24 ore, Holly, con tutte le sue forze, dovrà evitare che il figlio ricada nel tunnel della dipendenza e tenere saldo l’equilibrio della sua numerosa famiglia.

Ben is Back: le nostre impressioni

Julia RobertsArtisticamente nato come sceneggiatore nei drammi Buon compleanno Mr. Grape e About a Boy, Peter Hedges in Ben is Back, il suo quarto film da regista, tratta nuovamente temi a lui più congeniali come le problematiche adolescenziali e i rapporti tra genitori e figli. Ma Ben is Back è soprattutto un film che parla di ritorni, di promesse (infrante e non) e di aspettative.

Già da una delle primissime scene, quando il personaggio di Julia Roberts, sorpresa, corre ad abbracciare il figlio, scappato dalla comunità di recupero il giorno della vigilia di Natale, si capisce come il film prepara davanti a sé un terreno per costruirci su un dramma dal forte impatto emotivo.

Non tutti sono contenti del ritorno di Ben in famiglia: il patrigno, ma soprattutto la sorella guardano con diffidenza quella che a tutti gli effetti è considerata ancora una minaccia. Avere Ben in casa porta soltanto guai. Holly, però, come ogni madre che si rispetti, si dimostra più protettiva nei confronti del figlio. L’emozione di rivederlo è tanta, ma dall’altra parte, razionalmente, sa bene che il suo percorso di disintossicazione non è ancora finito e decide così di stargli alle calcagna per tutte le 24 ore che Ben trascorerà in famiglia.

Peter Hedges, complice anche l’azzeccata scelta di ambientare la storia nell’arco di un’unica giornata, tratteggia molto bene il rapporto tra madre e figlio che, complice un furto la notte della vigilia di Natale, si prende completamente la scena da metà film in poi. L’amore che Holly prova per il figlio è incommensurabile, e per questo motivo cerca di proteggerlo dai pericoli, di stargli il più vicino possibile, di assecondarlo, talvolta di stare al suo gioco, ma sempre con l’occhio attento di chi non vuole essere tradita per l’ennesima volta. Holly ha la famiglia “contro”, con due figli piccoli da crescere e una relazione sentimentale da salvare. Se è vero allora che essere genitori è il mestiere più difficile del mondo, esserlo di un ragazzo come Ben che cammina perennemente sul filo del rasoio lo è ancora di più.

Julia Roberts e Lucas HedgesSe l’intenso rapporto tra madre e figlio funziona così bene lo si deve ai due protagonisti. Julia Roberts non è mai stata così in parte negli ultimi anni come in questo film e probabilmente si sarebbe meritata qualche riconoscimento ai Golden Globe. Stesso discorso vale per Lucas Hedges, figlio del regista di questo film, che riesce ad interpretare con misura e sottrazione un personaggio tormentato e instabile come Ben.

Se ogni tanto qualche passaggio della trama appare perlopiù prevedibile, il film riesce a mantenere una compattezza per tutto l’arco dei 103 minuti di durata, con una parte finale che sfuma nel thriller carica di apprensione.

Infine, Peter Hedges si concede anche uno stoccata alle politiche americane in fatto di cura dei tossicodipendenti con le farmacie che vendono qualsiasi tipo di medicinale che può creare dipendenza e si rifiutano di concedere quelli capaci di salvare da un’overdose.

Ben is Back

Ben is Back - 6.5

6.5

Un dramma dal forte impatto emotivo con una bravissima Julia Roberts

User Rating: 4.65 ( 1 votes)

Ben is Back: giudizio in sintesi

Julia Roberts e Lucas HedgesBen is Back si presenta fin da subito come un dramma dal forte impatto emotivo, ambientato nell’arco di 24 ore durante le quali il giovane Ben fugge dal centro di recupero da tossicodipendenze per raggiungere la sua famiglia in occasione del Natale. Solo la madre lo accoglie benevolmente, mentre il resto della famiglia ancora non si fida. Nel passato sono successe cose molto gravi, qualcuno ci ha lasciato anche la vita, ma su questo il film non indugia più di tanto. Quello che interessa a Peter Hedges è raccontare la tenacia di una madre che ancora spera di vedere il proprio figlio cambiare direzione, che crede con tutta se stessa che un miracolo può ancora accadere. Se il personaggio di Holly è così riuscito lo si deve anche ad un’ottima Julia Roberts, in parte come poche altre volte è successo negli ultimi 10 anni.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.