Home / News / Robert De Niro racconta dei suoi lavori con Marlon Brando e Scorsese
Robert De Niro

Robert De Niro racconta dei suoi lavori con Marlon Brando e Scorsese

Fresco fresco di un omaggio alla carriera ricevuto sabato scorso al Marrakech Film Festival, il mitico Robert De Niro è stato punzecchiato dall’attrice e regista francese Maïwenn nel corso di una masterclass di 90 minuti: tenutosi in occasione del festival, l’incontro ha attirato centinaia di fan presenti in loco, oltre a un grande numero di compagni cineasti e importanti figure dell’industria cinematografica.

Conosciuta per aver sceneggiato e diretto dei film particolarmente intimi e pieni di pathos come Mon Roi – Il mio re (2015) e Polisse (2011), Maïwenn ha cercato invano di portare alla luce alcuni aspetti della vita privata di De Niro, soprattutto della sua infanzia e delle sue relazioni.

“Dovrei parlarne con uno psicanalista”, ha ribattuto scherzosamente De Niro, al quale la cineasta aveva chiesto se avesse ricevuto abbastanza amore dalla madre. “Era un’artista, un’accademica”, ha spiegato l’attore, prima di alludere al progetto di un documentario che vede proprio sua madre come protagonista – un po’ come aveva fatto per suo padre con il documentario targato HBO Remembering the Artist.

Maïwenn ha anche chiesto a De Niro come mai avesse lavorato solamente con una regista donna (Agnès Varda) nel corso della sua lunga e poliedrica carriera. “Non saprei, non mi crea problemi lavorare con le donne. Se la sceneggiatura mi piace, ci lavoro senza problemi.”

The Score: il lavoro più stressante di De Niro

Robert De Niro e Marlon Brando in The ScoreParlando invece del lavoro più difficile e stressante che abbia mai dovuto affrontare, De Niro ha ammesso di essersi sentito particolarmente ansioso durante le riprese di The Score, in cui recitava accanto a Marlon Brando. “Marlon era arrabbiato con il regista (Frank Oz) e voleva che fossi io a dirigere una scena”, ha raccontato De Niro. “Il problema era che si trattava di una scena di 5 pagine in cui recitavo pure io. Ero terribilmente in ansia prima di cominciare le riprese, ma poi per fortuna è andato tutto bene.”

De Niro e Scorsese: un rapporto idilliaco

De Niro ha in seguito elogiato Martin Scorsese per avergli concesso la libertà di sperimentare cose diverse nel set. “Abbiamo tutti dei momenti di pazzia (…). Marty ti lascia fare tutto quello di cui hai bisogno per poi farti riflettere e farti tornare sui tuoi passi. Alcuni registi non la pensano così. Se invece dai la possibilità di uscire dagli schemi, poi è più facile andare avanti. Marty è in grado di capire le tue esigenze, lasciandoti fare quello che vuoi.”

Il giorno prima, durante la sua conferenza stampa, l’attore ha dichiarato che lui e Scorsese stavano discutendo riguardo la possibilità di lanciare il loro ultimo film The Irishman su Netflix. “Penso che alcuni film debbano essere proiettati sul grande schermo, e il nostro in particolare. In un primo momento, stavamo pensando alle grandi piattaforme che avrebbero potuto diffonderlo. Non so come si evolverà… Se però decidiamo di trasmetterlo su Netflix e tutto va per il verso giusto, gli introiti sarebbero molto alti, e quindi riusciremmo a trovare una specie di compromesso”, ha spiegato De Niro.

Fonte: Variety

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Alice Tonasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.