Home / Netflix / Ray Donovan: svelato il passato di Abby nel terzo episodio

Ray Donovan: svelato il passato di Abby nel terzo episodio

Abbiamo già parlato del grande colpo di scena che porterà inevitabili cambiamenti nel corso della quinta stagione della serie Ray Donovan (per saperne di più clicca qui). Ecco qualche aggiornamento sugli sviluppi della storia, in particolare sul passato di Abby svelato nel terzo episodio intitolato Dogwalker.

ray donovanNell’episodio Dogwalker, disponibile su Netflix dal 21 agosto, ci si rende conto che la salute di Abby aveva in passato subito una dura ricaduta: in una scena straziante il suo aspetto deperito lascia immaginare che la donna sia stata sottoposta a delle sedute di chemioterapia. Sembrava che la sua morte – prefigurata con un flash foward nel primo episodio – fosse legata all’incidente d’auto che apre la stagione, ma è invece probabile che lo show stia creando un parallelismo tra il personaggio di Abby e la madre di Ray. In questo modo il personaggio di Ray viene assimilato a quello del padre Mick, dimostrando che la mela non è caduta troppo distante dall’albero: Ray, come il padre, ha infatti preferito trascurare e ingannare la moglie piuttosto che starle vicino.

Ancora una volta, Ray Donovan riesce a raggiungere il suo picco di tensione narrativa mettendo in scena complicati rapporti interpersonali. La vita da faccendiere dal passato oscuro di Ray è ricca di alti e bassi, ma anche nei suoi momenti migliori rimane comunque secondaria agli intrighi della famiglia Donovan. Non a caso, le relazioni di Ray con la sua famiglia sono sempre state il cuore pulsante della serie e la morte di Abby ne sarà un’ulteriore dimostrazione. Nel secondo episodio la linea temporale è ripristinata, mostrandoci l’intervallo di tempo che Abby e Ray trascorrono insieme:  anche se non c’è più, per fortuna Abby non viene dimenticata dallo show, vivendo ancora nei ricordi del marito.

Fonte: Collider

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Anna Mistrorigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *