Home / Netflix / Maniac: c’è una data di produzione per la serie Netflix con Emma Stone
emma stone maniac

Maniac: c’è una data di produzione per la serie Netflix con Emma Stone

Inizia il count down per Maniac, la nuova serie Netflix con Emma Stone e Jonah Hill, per la regia di Cary Fukunaga; lo show infatti si avvia verso l’inizio della produzione con la conferma della data. Le riprese della serie prodotta da Anonymous Content e Paramount TV avranno inizio il 15 agosto a New York City, con una previsione di conclusione verso fine Novembre, all’incirca per il periodo del Ringraziamento.

Maniac, lo sviluppo

Cary Fukunaga è stato indicato fin dall’inizio per dirigere l’intera stagione, della durata di 10 episodi, non appena ordinata a serie da Netflix lo scorso marzo. emma stone maniacMolte cose sono successe da allora, con Emma Stone che adesso è una delle attrici più in voga del momento, per il suo ruolo da protagonista nel film più nominato agli Oscar, La La Land.

La Stone e Jonah Hill, il coprotagonista, si sono incontrati a Los Angeles, in occasione dei SAG Awards, nei quali l’attrice è stata premiata per il film di Chazelle, per discutere della serie. Vista l’importanza dei nomi coinvolti, lo stesso presidente della Paramount, Brad Grey, è personalmente intervenuto per cercare di coordinare gli impegni delle sue star, visti i periodi pieni d’impegni, per far si che le riprese iniziassero quanto prima.

Maniac, le premesse

cary fukunaga maniacLa premessa di Maniac, scritto da Patrick Somerville sulla base di una serie norvegese del 2014, ruota intorno ai mondi immaginari dei personaggi di Hill e della Stone, entrambi rinchiusi in un ospedale psichiatrico nella vita reale.

Questo è il ritorno alla televisione per Fukunaga, dopo il grande successo della prima stagione di True Detective per la HBO, nel quale è stato regista di tutti gli episodi interpretati da Matthew McConaughey e Woody Harrelson, e che gli è valso un Emmy Award per la regia.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *