Home / News / Glenn Close premiata con il Golden Icon Award al Festival di Zurigo
Glenn Close

Glenn Close premiata con il Golden Icon Award al Festival di Zurigo

La sei volte nominata all’Oscar Glenn Close riceverà il Golden Icon Award al Festival di Zurigo che avrà luogo dal 28 settembre all’8 ottobre, dove sarà inoltre presentato il suo ultimo film The Wife – Vivere nell’ombra. 

Il premio alla carriera per Glenn Close

«Dalla sua incommensurabile Patty Hewes in Damage, alla gloriosa Marchesa di Merteuil de Le relazioni pericolose di Stephen Frears, passando per Alex Forrest (Attrazione Fatale) e Crudelia De Mon (La carica dei 101), Glenn Close ha portato la sua straordinaria presenza scenica a innumerevoli e immemorabili ruoli durante una carriera veramente straordinaria» hanno dichiarato i condirettori del Festival Nadja Schildknecht e Karl Spoerri.

Glenn Close

Questa straordinaria carriera comincia nel 1982, quando Glenn a 35 anni interpreta Jenny Fields, affiancata da Robin Williams in Il mondo secondo Garp, di George Roy Hill, tratto dall’omonimo romanzo John Irving. L’anno seguente, con il suo secondo lavoro, Glenn ottiene la prima nomination all’Oscar con Il grande freddo di Lawrence Kasdan; seguiranno poi le nomination per Attrazione fatale (1987) di Adrian Lyne, Le relazioni pericolose (1988) di Stephen Frears e per Albert Nobbs (2011) di Rodrigo García. Nonostante i numerosi successi e riconoscimenti, sembrerebbe che  Glenn non abbia intenzione di ritirarsi a vita privata: l’attrice ha infatti recentemente preso parte a Mistero a Crooked House di Julian Fellow, l’adattamento del romanzo di Agatha Christie È un problema, e ad altri film come What Happened to Monday (2017), il thriller fantascientifico di Tommy Wirkola, La ragazza che sapeva troppo (2016) di Colm McCarthy e alla commedia Fratelli Bastardi (2017) di Lawrence Sher. Glenn ha inoltre calcato le scene teatrali, esibendosi nel musical di Broadway Sunset Boulevard.

The wife – vivere nell’ombra

«Siamo onorati nel darle il benvenuto a Zurigo con la visione del suo ultimo film The Wife – vivere nell’ombra» aggiungono Schildknecht e Spoerri. The Wife – vivere nell’ombra di Björn Runge è un film scritto da Jane Anderson, inspirato all’omonimo romanzo di Meg Wolitzer (2003). Nel cast vedremo Glenn Close come protagonista, affiancata da Jonathan Pryce e Annie Starke. Glenn interpreta Joan Castleman, una donna forte e indipendente, sposata con Joe (Jonathan Pryce), una carismatica star letteraria. Joan, dopo aver sacrificato i propri sogni e il proprio talento per dedicarsi al marito in tutto e per tutto – ignorando persino la sua infedeltà – giunge al limite di sopportazione e lo lascia. Questo lungometraggio vuole essenzialmente essere una riflessione sulla posizione precaria di una donna ambiziosa in un mondo di uomini, nonché un confronto tra due sensibilità talvolta antitetiche – come solo quella maschile e femminile possono essere – nelle scelte riguardanti il matrimonio, il lavoro e la vita in comune.

L’Embarkment Film gestirà le vendite di The Wife – vivere nell’ombra a livello mondiale, mentre la produzione è gestita da Tempo Productions, Silver Reel, Meta Film, Anonymous Content e Spark Film and Television. Il film è stato finanziato da Silver Reel, Creative Scotland, Film Väst, Chimney, The Swedish Film Institute e da Svensk Filmindustri.

Fonte: Variety 

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Anna Mistrorigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.