Home / News / Ciné 2017: le giornate di cinema di Riccione in 5 punti

Ciné 2017: le giornate di cinema di Riccione in 5 punti

Lacrime e sangue. E’ questa la frase che si sentiva sovente tra gli esercenti cinematografici riuniti al Palazzo dei Congressi di Riccione per la VII edizione di Ciné. Una frase riferita al terribile momento che stanno vivendo le sale italiane, colpite nell’ultima stagione da una crisi di pubblico abbastanza sostenuta. Se il secondo semestre del 2016 si era chiuso con il segno negativo, il primo semestre del 2017 è riuscito a fare peggio. A Ciné, tra convegni, presentazioni di listini e anteprime, noi di Intrattenimento.eu eravamo presenti e questi sono i 5 punti salienti di quello che è accaduto:

Ciné1 – Francesco Rutelli, presidente dell’ANICA, nell’incontro con la stampa di Ciné nella splendida terrazza del Palazzo dei Congressi ha parlato a 360 gradi dell’attuale situazione cinematografica italiana, sposando e incoraggiando l’approvazione della legge sul cinema del Ministro delle Attività Culturali Dario Franceschini. Ha poi sottolineato come il cinema rimane il luogo culturale più frequentato dai giovani e giovanissimi (“Non vanno nei musei, non vanno a teatro. Ma vanno al cinema”) e di come in un anno particolarmente difficile il mese di giugno ha visto un segno più sulle presenze rispetto all’analogo dello scorso anno (forse scordandosi che nel giugno 2016 erano in pieno svolgimento gli europei di calcio con l’Italia protagonista fino ai quarti di finale).

2 – Nel corso dell’esposizione della ricerca “La destagionalizzazione nel cinema: cause e possibili soluzioni”, promossa da DGCinema e ANICA, sono venute fuori cose interessanti e particolari. Ad esempio si è scoperto che una fetta di persone crede che i cinema d’estate siano chiusi (!). Quando parte degli italiani lasciano la propria città o il proprio paese per raggiungere la meta delle vacanze (principalmente luoghi balneari o di montagna) raramente trovano strutture come sale cinematografiche. Tutt’al più le arene estive che funzionano molto più nelle città che nei luoghi di villeggiatura. Le persone, poi, considerano l’offerta cinematografica estiva carente, additando questo cosa come la causa della loro assenza nei cinema durante i mesi più caldi dell’anno.

3 – E’ stata presentata in pompa magna la nuova società di distribuzione nata con il forte contributo di Sky e con la collaborazione di alcuni produttori: Vision Distribution. L’AD, Nicola Maccanico (ex Warner Bros.), ha sottolineato come la parola chiave di Vision sia il “futuro”. Una società nata in pochi mesi, con grandi ambizioni e con aiuti non di poco conto. Il debutto di Vision al cinema è datato 12 agosto con Monolith. Una scelta azzardata? Forse. Ma Maccanico si è detto sicuro di riuscire ad intercettare il pubblico di quel film proprio la settimana vacanziera per eccellenza. Da segnalare come Vision punti molto sul cinema italiano. Nella prossima stagione distribuirà il nuovo film di Alessandro Gassman con Gigi Proietti e il remake in salsa italiana di Lui è tornato (non Hitler, ma Mussolini) con Frank Matano.

4 – I cinepanettoni made in De Laurentis sono definitivamente morti? Negli ultimi anni si era proceduto ad una specie di rivoluzione sia nel cast che nel tipo di storie raccontate. Ma adesso la rivoluzione sembra più marcata. A Natale Filmauro distribuirà Super Vacanze di Natale che altro non è che un montaggio delle scene più divertenti e quelle più cult di 35 anni di cinepanettone. Il tutto a cura di Paolo Ruffini. Operazione nostalgia? Festeggiamenti di un traguardo importante? O, diciamocela tutta, mancanza di idee e voglia di andare sempre più al risparmio? Datevi voi le risposte.

5 – Oltre alle anteprime di trailer e clip di film ancora inediti, a Ciné si sono viste due anteprime: Atomica Bionda e Baby Driver – Il genio della fuga. Se del primo non si può ancora dire niente causa embargo, del secondo si può solo parlare bene. Presto per dire che sarà il film rivelazione dell’inizio della prossima stagione ma ha tutte le carte in regola per ripetere l’ottimo successo che sta riscontrando in questi giorni al box office americano. Presto sul nostro sito troverete le recensioni in anteprima di entrambi i film.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *