Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / 3%: Netflix rinnova lo show distopico per una seconda stagione
3%

3%: Netflix rinnova lo show distopico per una seconda stagione

Un’ottima notizia per tutti quelli che sono stati conquistati dalla prima stagione di 3% e per tutti quelli che invece sono curiosi di provare questo show distopico di provenienza brasiliana trasmesso da Netflix: lo show è stato ufficialmente rinnovato per una seconda stagione.

Lo show, creato da Pedro Aguilera e produttore esecutivamente dal regista César Charlone è disponibile nella mediateca di Netflix, anche se al momento non esiste il doppiaggio italiano (problema comunque non insormontabile coi sottotitoli).

Il rinnovo di 3%

La vicepresidente del marketing di Netflix Latina, Vini Losacco, ha rivelato la notizia al San Paolo Comic Con, nel corso di un panel dedicato alla serie. Come da prassi, Netflix non rende pubbliche le statistiche su quanto una serie venga seguita, ma un pubblico di 3.500 era presente al panel per vedere il cast, tra cui Bianca Comparato, Vaneza Oliveira, Michel Gomes, Rafael Lozano, Viviane Porto e Rodolfo Valente, che hanno appreso la notizia in diretta ed hanno manifestato chiaramente grande entusiasmo, come potete vedere nella fotogallery qui sotto.

Next Prev
3%

3%

3%

3%
Next Prev

3% la trama

“3%” racconta un futuro distopico nel quale, in un Brasile con la popolazione decimata, i superstiti vivono nella Inland, un posto in cui ci sono pochissime risorse base. Gli abitanti di questo luogo, giunti all’età di 20 anni, possono partecipare al Processo, un sistema di selezione che consente al famoso 3% del titolo di andare a vivere nella gloriosa Mar Alto.

Al di là del drama sullo schermo, la serie non rappresenta solo la prima serie originale brasiliana prodotta da Netflix, ma un altro passo nella continua ricerca del gigante dello streaming di diventare una società completamente globale. Nessuna data di uscita è stata fissata per il ritorno dello show.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *