Home / News / Westworld: tutto quello che si può sapere sulla seconda stagione
nolan joy westworld

Westworld: tutto quello che si può sapere sulla seconda stagione

Già da una settimana la prima stagione di Westworld è terminata in America e ora anche in Italia è passato il finale doppiato, quindi ci si può tranquillamente concentrare su quello che ci attende nella prossima stagione e sui dubbi che ha lasciato il finale di questa.

Attualmente, gli scrittori sono al lavoro da circa tre mesi sulla preparazione della seconda stagione e si prevede di poter iniziare a girare all’inizio del 2017, quindi non possiamo aspettarci di vedere Westworld di nuovo prima del 2018. Qui riportiamo stralci delle dichiarazioni rilasciate da Nolan.

L’intervista a Nolan sul futuro di Westworld

westworld-110bNolan spera di avere un mondo di Samurai da tirare fuori nella seconda stagione. Abbiamo visto un assaggio di questo nella sala di prova, quando Maeve e la sua banda erano impegnati con la sparatoria in mezzo al centro di controllo seminterrato del parco. Un’altra indicazione che esistono più mondi rispetto al solo vecchio West è la nota che Maeve riceve da Felix, in cui si indica che la posizione di sua figlia è nel Parco 1. Nel film originale del 1973 si Michael Crichton erano parte del parco anche un mondo antico romano e un mondo medievale.

Il Dr. Ford interpretato da Anthony Hopkins è morto?

«Be’, la versione di Ford è morta” conferma Nolan, ricordandoci che Westworld è un luogo in cui i robot non muoiono mai e non è detto che di una persona non esistano copie.

Il papà di Dolores, Peter Abernathy (Louis Herthum), contrabbanda informazioni fuori dal parco?

“Beh, lui non è nelle celle frigorifere e io non lo vedo sul treno”, risponde Nolan, aggiungendo che “è stato un piacere” per lavorare con Herthum nel pilot.

Dove sono Elsie e Stubbs?

(Elsie è stata rapita da Bernard alcuni episodi fa, mentre Stubbs (Luca Hemsworth) è stato messo alle strette dalla nazione fantasma nel nono episodio)

“Ci siamo lasciati molte storie aperte alle spalle, abbiamo l’imbarazzo della scelta, ma sicuramente non possiamo lasciare in bilico queste situazioni per troppo tempo. Sicuramente le risposte arriveranno. Rimanete sintonizzati.”

Come sarà la seconda stagione? Continuerà lo stile narrativo complesso? 

westworld-3“Essenzialmente la prima stagione di Westworld è stata un “prologo”, con gli episodi che hanno giocato su questa amnesia continua che gli androidi vivono, ribaltandola sullo spettatore. Continueremo a giocare con questa idea in termini di capacità degli host, insieme con il pubblico e la capacità di comprendere e immedesimarsi con questo punto di vista e con questo modo di vivere.”

“Quando io e Lisa abbiamo concepito questo spettacolo, abbiamo approfittato di questo straordinario momento che la televisione sta vivendo. C’è una spiccata sensibilità del pubblico nel cercare cose che sovvertano le aspettative e vadano in direzioni diverse da quelle che appaiono. Con un grande spettacolo corale in questo modo, c’è la possibilità di reinventare lo show stagione dopo stagione. Applichiamo lo stesso tipo di impostazione ai nostri film, come Il cavaliere oscuro. Ogni film, per tenerlo fresco, cambiava, anche se lievemente, genere.”

La rivoluzione dei Robot sarà il filo portante della seconda stagione? 

“Westworld non è sempre quello che sembra essere. Per ora, possiamo solo aspettarci questi androidi vogliano vendicarsi e ribellarsi contro i propri dei. Essere flessibili è la chiave. Si può non essere programmatico, ma è necessario disporre di flessibilità e adattarsi a ciò che gli attori stanno facendo.”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.