Home / Netflix / Stranger Things: il nuovo villain sarà un’oscura creatura lovercraftiana
Stranger Things

Stranger Things: il nuovo villain sarà un’oscura creatura lovercraftiana

E’ certo che il ritorno della seconda stagione di Stranger Things, previsto per il 27 ottobre sulla piattaforma Netflix, sia uno dei più attesi. Perciò la ridente cittadina di Hawkins, Indiana, sarà all’altezza della situazione ospitando uno dei più grandi cattivi mai visti in una serie TV, che farà impallidire per dimensioni il Demogorgon della prima stagione e l’Hawkins National Laboratory. E’ un cattivo così grande che è stato presentato nel trailer e nelle immagini promozionali come una sorta di incombente figura del destino che appare nelle nubi che aleggiano sopra la città. Ora gli showrunner di Stranger Things Matt e Ross Duffer hanno fornito alcuni dettagli su questa creatura.

Un villain molto più minaccioso

Stranger ThingsDurante una chat con Entertainment Weekly, i fratelli Duffer hanno suscitato la nostra curiosità circa le dimensioni di questo mostro, dei misteri che aleggiano per le strade della città di Hawkins e su cosa si sono basati per crearlo. Se il demogorgon della prima stagione di Stranger Things è apparso nella prima stagione dalla tavola di Dungeons & Dragons, per poi passare al Sottosopra, per poi spuntare nel nostro mondo di Hawkins, il nuovo mostro avrà una presenza molto più fisica, anche se niente è stato rivelato circa la sua origine. E’ senz’altro una presenza interessante e non vediamo l’ora di saperne di più.

Le fonti d’ispirazione per l’antagonista di Stranger Things

Matt Duffer ha dichiarato che senza ombra di dubbio la più grande ispirazione per il Demogorgon della prima stagione di Stranger Things è stato il film Jaws. “E’ come uno squalo, e il suo mondo sottomarino è il Sottosopra”, ha dichiarato. “Questa creatura è nata anche grazie all’ispirazione che abbiamo trovato nelle opere di H. P. Lovecraft, è una creatura inter-dimensionale che va oltre la comprensione umana. E’ intenzionale la scelta per cui non vogliamo rivelare troppo circa la sua natura”, ha aggiunto.

Il fratello Ross ha aggiunto: “La differenza credo stia nel fatto che non ci si rende conto di quanto sia tutto collegato fino alla fine. Ma è tutto collegato da questa unica minaccia che Will scruta nel cielo. Will è la chiave per la comprensione di quello che sta accadendo”.

Will e la sua esperienza segnante nel Sottosopra

Stranger ThingsParlando di Will, Noah Schnapp ha dichiarato qualcosa circa il suo personaggio: “Will non ha vissuto la stessa esperienza degli altri, è l’unico ad aver fatto esperienza del Sottosopra in modo estremo. Perciò Will è spaventato e confuso, mentre cerca di dare un senso a tutto. Nella seconda stagione di Stranger Things capirete come il Sottosopra lo abbia influenzato e cambiato in qualche modo”.

Durante la chat con EW, hanno partecipato anche altri membri del cast di Stranger Things, ovvero David Harbour, Winona Ryder e Sean Astin. Qui di seguito riportiamo il link della video intervista.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Collider

About Ilaria Coppini

25, ormai laureata in Letterature e Filologie Euroamericane, titolo conseguito solo per guardare film e serie TV in lingua originale (sulle battute ci sto ancora lavorando). Almeno un'ora al giorno per vedere un episodio la trovo sempre, e Netflix è ormai il mio migliore amico. Datemi del cibo e una connessione veloce e scatenerete la binge-watcher che è in me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *