Home / Netflix / La terza stagione di Stranger Things si ispirerà a Fletch di Michael Ritchie
Flatch Stranger Things

La terza stagione di Stranger Things si ispirerà a Fletch di Michael Ritchie

La serie Netflix Stranger Things è nota per le varie influenze anni ’80 che ha saputo mescolare e riproporre al pubblico e, stando a quanto riposta la testata IndieWire, la terza stagione non sarà farà eccezione.

Stile e influenze della terza stagione di Stranger Things 

Stranger ThingsL’attore David Harbor, candidato due volte al premio Emmy per la sua interpretazione dello sceriffo Jim Hopper in Stranger Things, ha annunciato in un’intervista a Variety che la prossima stagione si ispirerà al film del 1985 Fletch – Un colpo da prima pagina di Michael Ritchie.

L’attore ha affermato che i creatori della serie, i fratelli Duffer, sono sempre molto specifici nelle loro citazioni e che Fletch – Un colpo da prima pagina è una fonte molto interessante e inattesa sulla quale lavorare in questa stagione. Certamente, una scelta inedita per una serie dark che fa riferimento all’immaginario di Spielberg e alla cultura pop. Ambientata negli anni ’80, Stranger Things si rifà infatti a film cult dell’epoca come I Goonies, Alien, Stand by Me e Ghostbusters.

Fletch – Un colpo da prima pagina: la trama

In Fletch – Un colpo da prima pagina Irwin Fletcher (Chevy Chase) è un giornalista d’inchiesta che si traveste in un vagabondo sbandato per indagare sotto copertura sul mercato della droga di Los Angeles. Si tratta di una commedia d’azione in cui il protagonista dovrà affrontare una realtà fatta di crimini, omicidi e rapine. Il film, uscito a metà degli anni ottanta, fu accolto molto positivamente dal pubblico, ragion per la quale Fletch – Un colpo da prima pagina fu seguito da Flech, cronista d’assalto nel 1989 e dal reebot di Jason Sudeikis prodotto dalla Relatività Media.

Leggete anche: alcune anticipazioni sulla terza stagione

Inoltre, si unirà al cast della terza stagione di Stranger Things anche Jake Busey. L’attore interpreterà il ruolo di Bruce, un giornalista della testata locale The Hawkins Post, un personaggio di dubbia morale e con un pesante senso dell’umorismo.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: IndieWire

About Anna Mistrorigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *