Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Roadside Picnic: WGN cancella l’ordine dello show con Matthew Goode

Roadside Picnic: WGN cancella l’ordine dello show con Matthew Goode

Brutte notizie per tutti i fan (e le fan) di Matthew Goode e per i molti amanti della fantascienza, perchè WGN America ha scelto di non procedere con Roadside Picnic, il pilot che aveva ordinato di un drama Sci-Fi basato sul famoso romanzo di fantascienza dei famosi scrittori russi Arkadij e Boris Strugackij. Ma non tutte le speranze sono perdute, perché lo studio produttivo, la Sony Pictures TV, sta già verificando se ci sono altri possibili acquirenti.

Roadside Picnic

Già protagonista di The Good Wife e Downton Abbey, Matthew Goode, dovrebbe essere (sempre che vada in porto) il protagonista di Roadside Picnic che esplora un mondo del futuro prossimo in cui gli alieni sono venuti e andati, lasciando l’umanità per esplorare i meravigliosi e pericolosi misteri della galassia. roadside picnicLa storia esplora anche le ramificazioni sociali della loro visita, viste attraverso gli occhi di Red (Goode), un veterano “Stalker”, che ha come missione l’avventurarsi illegalmente nella zona un tempo abitata degli alieni per recuperare manufatti abbandonati.

Comprimari di Goode, nel pilot, sono stati Felisha Terrell (Teen Wolf, Surviror Remorse), W. Earl Brown e Michael Lindall (entrambi ex Deadwood)

Il pilot di Roadside Picnic è stato scritto da Jack Paglen (Transcendence) e diretto dal regista Alan Taylor (Terminator: Genisys e Game of Thrones) mentre Neal Moritz era dedicato alla produzione. Questo pilot era uno dei due ordinati dal WGN America l’anno scorso; l’altro, Scalped, basato sul fumetto DC Comics, è in pre-produzione.

Goode, comunque, è già stato prenotato per recitare in un’altra serie; infatti si unirà alla seconda stagione di The Crown di Netflix nel ruolo di Lord Snowdon (alias Antony Armstrong-Jones), un ruolo decisamente rilevante nella seconda stagione.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *