Home / News / Legion: il futuro di Aubrey Plaza (e di Lenny) nella seconda stagione

Legion: il futuro di Aubrey Plaza (e di Lenny) nella seconda stagione

Una delle sfaccettature più intriganti della seconda stagione di Legion, quando tornerà a marzo su FX, è il modo in cui si evolverà il personaggio di Aubrey Plaza, Lenny Bucker.

Aubrey Plaza e la seconda stagione di Legion

Originariamente considerato il migliore amico dell’incredibile telecinetico David Haller, Lenny divenne un vero nemico, manipolandolo appositamente, come versione di Farouk, il Re Ombra; uno dei grandi cattivi della serie. La prossima stagione incontreremo Farouk faccia a faccia, interpretato dall’attore di Wonder Woman Said Taghmaoui.

“Visto che Lenny era stato l’avatar di Farouk, questo significa che tutti ora devono prendere lezioni da Aubrey Plaza?”, Ha chiesto un giornalista del TCA alla sessione dedicata alla serie Marvel. “Non è una cosa che si possa insegnare”, ha commentato il creatore di Legion, Noah Hawley.

 

“Che cosa significa?”, Ha chiesto la Plaza al giornalista in seguito alla domanda. “Emuleranno il tuo stile?” ha quindi specificato meglio l’intervistatore.

Leggete anche: la nostra recensione della prima stagione di Legion, il Marvel in versione Hawley

LegionHawley quindi si è agganciato nuovamente al discorso sostenendo che: “Incontreremo il vero Farouk per la prima volta. Ciò non significa che continuerà a nascondersi e ad usare il personaggio di Aubrey Plaza e il personaggio di Jemaine Clement. Quello che mi interessava era continuare a far evolvere Lenny. Non volevo che si trasformasse in questa maschera indossata da un’altra persona. Ha vissuto un’esperienza traumatica, e qual è l’altro lato? Qual è la sua colpevolezza? “

Chiedendo inoltre chi sia effettivamente Lenny alla Plaza, questa ha risposto: “Non lo so. Traumatico è la parola giusta. È davvero spaventoso interpretare un personaggio che non sai chi sia. Ero usato come nave nella prima stagione. Lenny è quasi diventata come David dove non sa cosa sia reale o chi lo sia. Per la seconda stagione, è come se il mio potere mi fosse stato tolto. Ora dobbiamo scavare più a fondo. Non posso davvero rispondere in questo momento. “

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *