Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Feud: la prossima stagione sulla storia di Carlo e Diana
feud carlo e diana

Feud: la prossima stagione sulla storia di Carlo e Diana

Qualcuno fermi Ryan Murphy, o gli dica qualcosa, perché ora si mette di buona lena anche con Feud a pianificare la serie da qui all’infinito. Perché il poliedrico autore, ancora attivo con American Horror Story, dopo aver programmato ben tre stagioni di American Crime Story, girate e trasmesse in rigoroso ordine sparso, ora ci si mette anche con la sua ultima serie antologica, per l’appunto Feud, a pensare alle stagioni future, senza aver nemmeno tramesso l’attuale.

Sembra un po’ giocare con le figurine Murphy, o essere impegnato in una di quelle chiacchierate da bar in cui si inizia a favoleggiare sul “e se la prossima volta facciamo questo? e se poi facciamo anche questo?”. Ed eccoci al turno di Feud.

Feud, la faida tra Carlo e Diana

Alla vigilia della prima stagione di questa nuova serie antologia, con in partenza Feud: Bette e Joan, il produttore esecutivo è già, infatti, al lavoro per il sequel.

feud carlo e dianaFX ha ordinato 10 episodi di una seconda edizione di Feud, che si concentrerà sulla rottura del matrimonio tra il principe Carlo e la principessa Diana. Feudo: Carlo e Diana sarà presentato in anteprima nel 2018.

Murphy scriverà la serie con Jon Robin Baitz, che è anche attualmente un produttore consulente di Murphy per Katrina: Americano Crime Story. Murphy e Baitz saranno anche produttori esecutivi, insieme a Dede Gardner, Plan B Entertainment e Alexis Martin Woodall. Fox 21 Television Studios è la società di produzione.

Feud Bette e Joan, inizierà la sua corsa il 5 marzo e racconta la storia della rivalità tra Joan Crawford (Jessica Lange) e Bette Davis (Susan Sarandon) durante la loro collaborazione nel film Che fine ha fatto baby Jane?

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *