Home / News / Fargo: cosa ci possiamo aspettare dalla terza stagione

Fargo: cosa ci possiamo aspettare dalla terza stagione

Il terzo capitolo di Fargo, sicuramente, proporrà tanti riferimenti sparsi alle altre stagioni, ma ci aspettiamo, comunque, una storia totalmente nuova da vedere quando la serie ispirata al film dei Coen e creata da Noah Hawley tornerà nel mese di aprile.

Fargo ai TCA

fargo winsteadLe star di questa nuova annata, Ewan McGregor, Carrie Coon, Mary Elizabeth Winstead, David Thewlis e Michael Stuhlbarg hanno iniziato le riprese da una sola settimana, ma, insieme al produttore esecutivo Warren Littlefield, hanno trovato il tempo di presentarsi al  panel del TCA Press Tour invernale per rivelare un po’ di informazioni su ciò che possiamo aspettarci da questo nuovo capitolo.

Ambientato nel 2010, lo show promette di affrontare questioni come i social media nel mondo moderno, come spiega Littlefield. “Carrie ha una scena in cui lei è su un aereo e si guarda intorno e ognuno ha la testa verso il basso,” ha detto. “Nessuno parla, nessuno comunica. Anche in Fargo, quindi, arriverà la modernità.”

Littlefield ha confermato che i registi della nuova stagione saranno John Cameron, Dearbhla Walsh, Mike Parker, Keith Gordon e Michael Uppendahl, e lo stesso Hawley che dirigerà il primo episodio.

Il cast di Frago: Carrie Coon

Del cast, solo Thewlis aveva visto le precedenti stagioni prima di essere contattato per apparire in questa nuova, Carrie Coon, infatti, ha dichiarato che era una delle tante persone che, quando ha sentito che Fargo sarebbe stato adattato, ha pensato che fosse una pessima idea, ma, evidentemente (si spera) ha cambiato idea.

fargoLa Coon ha paragonato il suo personaggio, lo sceriffo Gloria Burgle, al ruolo iconico di Frances McDormand nel film originale, anche se nella serie, la recentemente madre divorziata  Gloria ha la vita che sta andando a pezzi.  Gloria rappresenta ancora la decenza e l’etica nel mondo dello spettacolo. La Coon si chiede: “Non abbiamo bisogno più che mai ora di questo? Quanto questo atteggiamento sia però vincente è la domanda che lo show si pone quest’anno.”

La Coon ha anche detto che la ha percepito come molto familiare la rappresentazione del Midwest nello show, come per qualcuno che venga da una zona altrettanto rurale. “Vi riconosco la mia gente. Nelle mie terre le persone non si esprimono completamente, non sono brave a tirare fuori le proprie emozioni, ma sono brave a gestire l’inaspettato.”

Il cast di Frago: Ewan McGregor

Ewan McGregor interpreta gemelli Emmit e Ray Stussy e ha avuto alcune prime difficoltà. Prima di tutto, ha raccontato che alcuni dei nomi erano molto difficile da pronunciare, come Ehrmantraut e ci si è aggiunto anche il problema di dover assumere un accento tipico del Minnesota a complicare le cose. “Vorrei che il mio personaggio venisse percepito per la sua parlata americana e non per un accento scozzese,” ha detto.

fargo mcgregorL’altra difficoltà sta nel dover interpretare due ruoli diversi; c’è il problema di trovare due diverse voci per i due personaggi pur mantenendo lo stesso accento locale. “Per fortuna, ho qualche esperienza passata con l’interpretazione di un doppio ruolo, come in The Island di Michael Bay  e in Last days in the desert di Rodrigo García.

McGregor ha espresso il suo entusiasmo generale per essere coinvolto nello spettacolo ed in effetti lo si è potuto vedere quando l’attore scozzese si è presentato il primo giorno di riprese (particolarmente freddo e cupo a Calgary) nonostante non fosse necessaria la sua presenza.

“Non volevo che iniziassero senza di me!”, ha detto McGregor con una risata, prima di ammettere che anche, “L’allenatore del dialogo era lì, e ho davvero bisogno di lavorare con lui.”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiwire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *