Home / Amazon / Electric Dreams: Anna Paquin si aggiunge allo show tratto da Dick
paquin electric dreams

Electric Dreams: Anna Paquin si aggiunge allo show tratto da Dick

La vincitore dell’Oscar, Anna Paquin, e la star di Empire, Terrence Howard, saranno presenti in un episodio di Electric Dreams, la serie antologica di Amazon tratta dai racconti di Philip K. Dick. Il dramma sci-fi è stato creato da Ronald D. Moore, Michael Dinner, Bryan Cranston e Sony Pictures TV.

Electric Dreams

Ogni episodio di Electric Dreams sarà un episodio stand-alone basato sulle storie brevi di Dick, adattate da una writer’s room composta da scrittori britannici e americani. La Paquin e Howard appariranno in un episodio chiamato “Real Life”. La Paquin sarà Sarah, una poliziotta che vive in futuro e che condivide i pensieri con George (Howard) un brillante designer di giochi. Perseguendo entrambe degli assassini violenti i cui piani potrebbero avere conseguenze devastanti, in una corsa contro il tempo, condividendo un legame che nessun altro può vedere e imparano la stessa cosa che li connette e può anche distruggerli. Dirige Jeffrey Reiner.

Lo show, basato sui racconti del pluripremiato romanziere, era stato originariamente commissionato da Channel 4 nel Regno Unito nel mese di maggio. Su Amazon la serie andrà a fare compagnia all’altro show, basato su un libro di Philip K. Dick, The Man in the high castle. che è la serie ammiraglia del network.

electric dreams Bryan Cranston (Breaking Bad, Sneaky Pete) comparirà in un episodio della serie, mentre sarà produttore esecutivo insieme a Moore e Dinner, che si occuperanno della scrittura dello show.

Electric Dreams di Philip K. Dick è stata commissionata da Channel4, che rilascerà la serie nel corso di quest’anno, probabilmente verso la fine anno, e che verrà distribuita a livello globale da Amazon Prime Video.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *