Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / Crashing: HBO rinnova la comedy di Judd Apatow per la seconda stagione
crashing

Crashing: HBO rinnova la comedy di Judd Apatow per la seconda stagione

A soli quattro episodi dalla sua nascita, HBO ha deciso di rinnovare per una seconda stagione la nuova serie comica Crashing. Creato e interpretato da Pete Holmes, lo spettacolo è prodotto esecutivamente da Holmes e dal produttore di Girls e Love, Judd Apatow.

Crashing, risultati e trama

Partito molto bene con ottime recensioni, Crashing ha avuto ottimi risultati nella sua fascia di trasmissione, ossia quella delle 10.30, subito dopo Girls. Gli spettatori sono stati 540.000 tra live e le repliche dello stesso giorno e 763.000 considerando anche quelle della notte. Il che marca una crescita del 54% rispetto alla comedy recentemente trasmessa nella stessa fascia da HBO, ossia la comedy di debutto di Issa Rae, Insecure, anch’essa acclamata dala critica, e portando anche un netto guadagno del 26% rispetto a Togetherness, che andava in onda nello stesso slot, dopo Girls, lo scorso anno.

crashing La prima stagione di otto episodio di Crashing racconta la storia di Pete (Holmes), un provincialotto pieno di sé, che ha sposato la sua amica d’infanzia e sogna di fare lo stand-up comedian. Ma quando scopre che la moglie lo tradisce, il mondo di Pete si sgretola, costringendolo a rivalutare le proprie priorità e lo catapulta nei bassifondi della sregolata e caotica scena comica newyorchese.

Basato sull’esperienza personale di Holmes, Crashing ha come coprotagonisti anche Lauren Lapkus e George Basil. La serie ha attirato un gran numero di comici che appaiono nel ruolo di se stessi, tra cui Dave Attell, Hannibal Burress, Artie Lange, T.J. Miller, Jim Norton, Rachael Ray e Sarah Silverman.

“Pete e Judd hanno dimostrato di essere i perfetti ambasciatori per il mondo delle stand-up comedy”, ha detto il capo della commedia della HBO, Amy Gravit.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *