Home / Netflix / Better Call Saul: Bryan Cranston in visita al set della terza stagione
bryan cranston

Better Call Saul: Bryan Cranston in visita al set della terza stagione

“Bryan Cranston non sarà presente in questa stagione di Better Call Saul!”, Intanto avvertono, giusto così per precisare bene, in un nuovo dietro le quinte della terza stagione dello spinoff-prequel  di Breaking Bad.

Bryan Cranston sul set di Better Call Saul

Tutte queste precisazioni potrebbero essere state fatte per fermare la speculazione sul fatto che l’ex Walter White possa fare proprio questo, tuttavia lo stesso Bryan Cranston ha fatto una comparsata sul set dello show, come si può vedere nel video, insistendo sul fatto di essere lì “per interpretare un paziente geriatrico”, mentre il creatore della serie Vince Gilligan se la ride di gusto. ( “No, non lo è!” Insiste il testo sullo schermo.).bryan cranston better call saul breaking bad

“Sono tornato ad Albuquerque e sono qui per un tour promozionale di un libro” spiega il vincitore di molti Emmy Awards con riferimento alla sua apparizione. “Ho voluto arrivare in anticipo ad Albuquerque così ho potuto visitare il set e dire ciao ad amici e parenti. Tutto il cast è cambiato, ma la sensibilità è la stessa e la troupe è praticamente la stessa.”

Emozionante tanto quanto vedere lo stesso Heisenberg, tuttavia, la visita di Cranston non è l’attrattiva principale di questo sguardo dietro le quinte. La cosa principale è sicuramente la comparsa di Gus Fring (Giancarlo Esposito), che ha dimostrato di essere il più formidabile nemico di Walter White in Breaking Bad. Potete vedere il video completo qui sotto:

E ricordatevi, se Walter White vi dice che è meglio che guardiate Better Call Saul, è decisamente conveniente farlo, non vorrete mica che “bussi alla vostra porta”?

Better Call Saul riprenderà in America il 10 aprile e verrà trasmesso, un episodio a settimana, da Netflix in Italia, a partire dall’11 aprile.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *