Home / News / Years and years: un nuovo dramma distopico per Russel T. Davies e BBC
Years and years russel t davies

Years and years: un nuovo dramma distopico per Russel T. Davies e BBC

Lo scrittore e produttore esecutivo Doctor Who, Russell T Davies sta scrivendo un dramma familiare distopico per BBC, Years and years, prodotto dalla società di produzione Happy Valley Red Production Company.

Years and years, un distopico contemporaneo

L’emittente pubblica britannica ha ordinato Years and years, un drama che seguirà una famiglia di Manchester con le loro vite convergenti in una notte cruciale nel 2019. La storia si accelera poi nel futuro, seguendo le loro vite e i loro amori nei prossimi 15 anni, mentre la Gran Bretagna si ritira dall’Europa, l’America diventa un lupo solitario, la Cina si afferma e un nuovo mondo comincia a formarsi.

Years and years russel t daviesAd affermarsi sulla scena politica sarà Vivienne Rook, esemplare di quella nuova razza di politici: intrattenitore, ribelle, imbroglione e un uomo terrificante. Questa nuova politica porterà la famiglia in un futuro sconosciuto attraverso il quale dovranno navigare a vista.

È la nona collaborazione tra Davies e il fondatore della Red Production Company, Nicola Shindler, in seguito a spettacoli come Queer As Folk e Cucumber. Il dramma di sei parti andrà in onda su BBC, con la produzione che inizierà entro la fine dell’anno e il proprietario della Red Production Company, Studiocanal, che venderà lo show a livello globale. Sarà prodotto da Davies e Shindler e da Lucy Richer della BBC.

Leggete anche: la nostra recensione del primo episodio della seconda stagione di The Handmaid’s Tale

L’annuncio arriva dopo l’ultimo progetto di Davies, il thriller scandalistico in tre parti, A Very English Scandal, con Hugh Grant, giunto anch’esso su BBC One.

Davies ha detto: “Ho voluto scriverlo per 20 anni o giù di lì. E mentre il mondo accelera come un matto intorno a noi, ho capito che sarebbe stato meglio farlo subito. ”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.