Home / News / Piccole Donne: da stasera su Sky Uno la miniserie BBC
Piccole Donne

Piccole Donne: da stasera su Sky Uno la miniserie BBC

Un romanzo di formazione, la storia di quattro ragazze che diventano donne e delle scelte che dovranno affrontare lungo il percorso che le condurrà alla vita adulta, in un paese dilaniato dalla Guerra di Secessione. Da stasera, venerdì 11 maggio, alle 21.15, su Sky Uno HD arriva Piccole Donne, miniserie in tre episodi prodotta da BBC One e ispirata all’omonimo romanzo di Louisa Mary Alcott.

Il cast di Piccole Donne

Piccole Donne vanta nel cast grandi nomi del grande e piccolo schermo come Angela Lansbury, l’Albus Silente della saga di Harry Potter Michael Gambon ed Emily Watson, candidata all’Oscar per Le Onde del destino di Lars Von Trier. Accanto a loro, le giovanissime Kathryn Newton, Maya Hawke, Willa Fitzgerald e Annes Elwy nel ruolo delle figlie di casa March. La regia è di Vanessa Caswill, mentre la sceneggiatura è firmata da Heidi Thomas (due volte candidata agli Emmy Awards per Cranford e Upstairs Downstairs).

Piccole Donne è la storia, notissima, di una famiglia americana del Massachusetts, i March, durante la guerra di secessione: il padre, un cappellano che partirà per il fronte, la madre Marmee, impegnata nella Società per l’assistenza ai soldati, e le loro quattro figlie: Meg (Willa Fitzgerald, Scream, The Following, Royal Pains), la figlia maggiore, istitutrice; Jo (Maya Hawke), irrequieta e anticonformista, fa la dama di compagnia ad una vecchia zia; Beth (Annes Elwy, Electric Dreams), che suona il pianoforte ed Amy (Kathryn Newton, Tre Manifesti a Ebbing, Missouri, Lady bird), che ama il disegno e la pittura.

Leggete anche: la nostra recensione di Piccole Donne, la miniserie BBC in onda su Sky

Le quattro protagoniste, dai caratteri e dagli interessi completamente diversi, dovranno fronteggiare litigi, delusioni, innamoramenti, sensi di colpa e punizioni. Nonostante tutte le incomprensioni, c’è l’amore che le lega, che spesso le fa soffrire e litigare ma che permette loro di affrontare anche le sfide più difficili.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *