Home / Netflix / She’s gotta have it: trailer e data di rilascio della serie di Spike Lee

She’s gotta have it: trailer e data di rilascio della serie di Spike Lee

Dopo aver fatto un accordo con Amazon per il suo ultimo lavoro da regista, Chi-Raq, Spike Lee ora passerà alla televisione con Netflix.

She’s Gotta Have It e Spike Lee

She’s Gotta Have It, un adattamento di uno dei primi lavori di Spike Lee verrà rilasciato da Netflix quest’anno nel giorno del Thanksgiving (il 23 Novembre). La data è stata comunicata attraverso un teaser trailer che potete vedere qui sotto, curante le premiazioni dei BET Awards.

Spike Lee sta dirigendo ogni episodio della prima stagione, che si concentra sulla storia di Nola Darling, Nola Darling, un’artista di Brooklyn che, giunta verso la fine dei suoi vent’anni e sulla soglia fatidica dei trenta, lotta per definire se stessa mentre cerca di dividere il suo tempo tra l’arte, i suoi amici, il lavoro e i suoi tre amanti:

Spike Lee

Greer Child, il modello culturale, Jamie Overstreet, il banchiere che lavora in un fondo d’investimento, e, Mars Blackmon, membro di una band hip-hop, parte del movimento culturale Sneakerhead, nato alla fine degli anni 80 che coniugava basket e hip-hop..

La serie è stata concepita come aggiornamento contemporaneo della pellicola originale del 1986. She’s Gotta Have It che debuttò al Festival di Cannes, facendo vincere a Spike Lee il premio come giovane regista. Lee ha scritto e diretto questa pellicola solo tre anni prima di Do the Right Thing. Oltre a dirigere, Lee sarà anche produttore e della serie Netflix, insieme alla moglie Tonya Lewis Lee.

Già nel momento dell’annuncio del progetto, lo scorso settembre, come vi avevamo riportato, Spike Lee aveva rilasciato la seguente dichiarazione:

“She’s Gotta Have It occupa un posto speciale nel mio cuore. Lo abbiamo girato in 12 giorni, nella calda estate del 1985. […] In occasione del suo trentesimo anniversario abbiamo l’opportunità di rivisitare quel personaggio memorabile che è sempre rilevante e avant-garde anche a tre decenni di distanza.”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *