Home / News / News Serie TV / Dai Comics alla TV / Runaway: il trailer della nuova serie Marvel di Hulu

Runaway: il trailer della nuova serie Marvel di Hulu

Poco prima che Runways, la nuova serie Marvel, facesse il suo debutto Comic-Con di New York, Hulu ha rilasciato il primo trailer per la serie che esordirà il 21 novembre. E sembra confermare il timore di ogni adolescente a riguardo dei propri genitori, cioè che siano il male assoluto.

Runaway, la nuova serie Marvel

“Sono adolescenti, l’ultima cosa a cui sono interessati è ciò che i loro genitori stanno facendo”, dice la fredda Catherine Wilder, interpretata da Angel Parker, per calmare i timori di suo marito a riguardo del sacrificio umano segreto che loro e molti altri genitori vestiti di rosso stanno per fare nei sobborghi di Los Angeles.

runawaysOra, oltre a chiedersi se con The Handmaid’s Tale Hulu abbia ottenuto uno sconto sugli abiti “criminosi”, quello che il trailer Runaways ci mostra è come una banda di adolescenti adolescenti reagisca al male da cui sono stati generati. Questa è, basandosi anche sul comics creato nel 2003 dalla Marvel sul quale è fondata questa storia, la narrativa talvolta sanguinolenta, disordinata ed emozionale che alimenta Runaways.

Rhenzy Feliz, Lyrica Okano, Virginia Gardner, Ariela Barer, Gregg Sulkin e Allegra Acosta sono i giovani runaways, mentre Annie Wersching, Ryan Sands, Ever Carradine, James Marsters, Kevin Weisman, Brigid Brannah, James Yaegashi, Brittany Ishibashi e Kip Pardue completano il cast nella parte adulta.

Tra diversi nuovi spettacoli di Marvel che arriveranno o sono già arrivati sul piccolo schermo quest’autunno, i 10 episodi della prima stagione di Runaways verranno lanciati alla fine di novembre (e, seriamente, guardando il trailer, non sembra prometta molto meglio di quel pacco di Inhumans). Ed eccoci al primo trailer del nuovo show Marvel:

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *