Home / News / Quattro matrimoni e un funerale potrebbe diventare una serie TV
quattro matrimoni e un funerale

Quattro matrimoni e un funerale potrebbe diventare una serie TV

Sono anni di revival e reboot e non poteva mancare la classica commedia romantica Quattro matrimoni e un funerale, sulla quale Hulu sta lavorando per trasformarla in serie TV. Il nework sta sviluppando, infatti, una serie antologica dalla durata di un ora ad episodio, ispirata al film britannico del 1994 che sarà scritta e prodotta esecutivamente dalla creatrice, produttrice e protagonista di The Mindy Project, Mindy Kaling, assieme a Matt Warburton.

Quattro matrimoni e un funerale come serie TV

quattro matrimoni e un funerale Il duo produrrà lo show insieme a Richard Curtis, che scrisse il film, col supporto, tra gli altri di MGM Television, che possiede i diritti del film, e della Universal TV.

Come nel film, Quattro matrimoni e un funerale racconterà la storia di un gruppo di amici, mentre le loro vite si intersecano attraverso questi cinque eventi, con ogni stagione che seguirà un arco narrativo diverso. Una delle possibilità allo studio, al momento, è quella di avere personaggi differenti in location differenti ad ogni stagione, mentre gli attori principali dovrebbero rimanere gli stessi.

Leggete anche: la nostra recensione di Stranger Things, tra SI e NI

quattro matrimoni e un funerale Kaling e Warburton, dicono diversi rumors, stanno lavorando su due script differenti. La decisione sul fare o non  fare questa serie dovrebbe arrivare all’inizio dell’anno prossimo, quando Hulu deciderà se dare luce verde o meno al progetto.

Il film originale, Quattro matrimoni e un funerale, del 1994, diretto da Mike Newell e scritto da Curtis, fu interpretato da Hugh Grant e Andie MacDowell, e fu un enorme hit sia a livello critico sua a livello commerciale, incassando 246 milioni di dollari contro un budget di realizzazione di 3,7 milioni di dollari e lanciando Hugh Grant come star delle commedie romantiche per almeno un decennio.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.