Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / Piccole donne: il Natale da passare col nuovo adattamento della BBC

Piccole donne: il Natale da passare col nuovo adattamento della BBC

Meg, Jo, Beth e Amy March abbelliranno i nostri schermi in un nuovo adattamento di Piccole Donne su BBC questo Natale. Questa drammatizzazione in tre parti del tanto amato romanzo del 1868 di Louisa May Alcott promette di essere sontuosa in quanto porta la storia a una nuova generazione di fan.

Il nuovo adattamento di Piccole Donne

piccole donne

Questa nuova versione è stata adattata da Heidi Thomas, ideatrice e sceneggiatrice di Call the Midwife. Piccole donne andrà in onda per tre serate su BBC: martedì 26, mercoledì 27 e giovedì 28 dicembre. Ci sono alcune grandi star della TV e del cinema nel cast degli adulti in Piccole Donne. La star di Harry Potter, Michael Gambon, interpreta il benevolo vicino della famiglia, il signor Laurence, con la star di Murder She Wrote Angela Lansbury che sarà l’odiosa zia March. La matriarca della famiglia March, Marmee, sarà interpretata da Emily Watson.

Le sorelle March avranno i volti di quattro giovani attrici. Per la prima volta sullo schermo, Maya Hawke (figlia di Ethan Hawke e Uma Thurman) interpreta l’avventurosa Jo, Willa Fitzgerald (Scream) sarà la figlia maggiore Meg, Annes Elwy (King Arthur: Excalibur Rising) interpreterà Beth e Kathryn Newton (Big Little Lies) sarà la sorella minore Amy.

Leggete anche: la nostra recensione di L’altra Grace, racconto forte e delicato della condizione femminile nell’800

La storia è ambientata nel periodo della guerra civile americana e in un Paese profondamente diviso. Racconta le vite delle quattro sorelle March dall’infanzia all’età adulta, mentre il padre non c’è perché al fronte a combattere. Toccando temi che vanno dai ruoli di genere alla rivalità fraterna, al primo amore, alla perdita, al dolore e al matrimonio, la narrazione esplora cosa significa essere giovani donne.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Radiotimes

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *