Home / Netflix / Better Call Saul: il nuovo trailer in cui appare Gus Fring
Gus Fring better call saul

Better Call Saul: il nuovo trailer in cui appare Gus Fring

A poco meno di un mese di distanza dalla premiere della terza stagione di Better Call Saul, iniziamo a prepararci per il ritorno di una delle serie più attese dell’anno, trasmessa da AMC negli Stati Uniti e dall’anno scorso trasmessa in Italia da Netflix. AMC, per venirci incontro ha rilasciato un nuovo teaser trailer tramite Entertainment Weekly, che fa dare agli spettatori una sbirciata su ciò che è succederà in quest’annata e, soprattutto, il tanto anticipato ritorno di Gustavo “Gus” Fring (Giancarlo Esposito).

Il trailer di Better Call Saul

Il trailer di 30 secondi ci porta a vedere che le disavventure per Jimmy McGill (Bob Odenkirk) non hanno certo fine, anzi aumentano e, tra le tante, ci dobbiamo anche preparare ad un soggiorno in carcere. Il teaser mostra anche Mike (Jonathan Banks) arruolare Jimmy come aiutante in un qualche tipo di operazione criminale. E, proprio alla fine, Fring fa la sua apparizione. Vestito con una camicia gialla sgargiante e una cravatta nera, il proprietario di Los Pollos Hermanos, ristorante copertura per una molto più proficua gestione della creazione di droga, che ci saluta con il classico “C’è qualcos’altro che posso fare per te?”. Ora, noi spettatori vogliamo sicuramente molto di più.

Qui di seguito potete vedere il trailer:

Better Call Saul

Creata da Vince Gilligan e Peter Gould, la serie crime drama originale di AMC ha anche tra gli interpreti Michael McKean, Patrick Fabien e Rea Seehorn. La terza stagione del prequel di Breaking Bad verrà trasmesso in anteprima da AMC a partire dal 10 aprile e, se tutto funziona come lo scorso anno, potremo vedere un episodio a settimana trasmesso da Netflix già dalla sera successiva, l’11 aprile.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Indiewire

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *