Home / Netflix / American Vandal: il trailer della seconda stagione della serie mockumentary Netflix
American Vandal

American Vandal: il trailer della seconda stagione della serie mockumentary Netflix

American Vandal è stata senza ombra di dubbio una delle serie più originali trasmesse da Netflix nel 2017. Grazie alla tecnica del mockumentary (un falso documentario), la serie concentrava la sua attenzione sulla realizzazione di un documentario da parte di due studenti di una scuola superiore americana, Peter Maldonado e Sam Ecklund, intenti ad investigare, tramite interviste ai diretti protagonisti, chi fosse il responsabile di un bizzarro atto vandalico. Nel parcheggio della scuola vennero trovati disegnati con lo spray su alcune autovetture dei peni giganteschi.

La trama della seconda stagione di American Vandal:

Mantenendo la tradizione del mockumentary, American Vandal si appresta a tornare con la seconda stagione, sempre su Netflix, con un nuovo “caso”: Maldonado e Ecklund sono stati ‘ingaggiati’ da alcuni studenti per indagare su chi ha avvelenato il cibo della mensa di una scuola cattolica provocando a tutti i ragazzi una terribile (e incontenibile) diarrea. Il colpevole si nasconde dietro un account Instagram, The Turd Bulgar, postando a ripetizione i video degli studenti in preda agli spasmi da diarrea.

Leggete anche: la recensione della prima stagione

Un altro caso alquanto singolare per i giovani documentaristi, da affrontare nella seconda stagione di American Vandal disponibile su Netflix dal 14 settembre.

La prima stagione si è rivelata una delle serie più viste sul territorio italiano.

Il trailer della seconda stagione di American Vandal:

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *