Home / Cinema / Cannes 2017: il via con il giallo sul film di Desplechin
Cannes

Cannes 2017: il via con il giallo sul film di Desplechin

Pronti, partenza, via! A Cannes è tempo di Festival del Cinema. Oggi, mercoledì 17 maggio, prende il via la settantesima edizione della kermesse cinematografica che ogni anno si tiene nella splendida località della Costa Azzurra. I film a concorrere per la Palma d’Oro sono pronti a darsi battaglia per conquistare la giuria presieduta da Pedro Almodovar e composta, tra gli altri, anche dal nostra Paolo Sorrentino.

Cannes vs. Netflix

CannesLa viglia di Cannes è sempre, anno più anno meno, accompagnata da un velo di polemiche (il più delle volte, va detto, pretestuose). Quest’anno le critiche erano indirizzate principalmente alla Selezione Ufficiale annunciata poco meno di un mese fa da Thierry Fremaux, direttore del Festival. C’era chi criticava, ad esempio, la scelta dei troppi titoli autoriali e dei pochi, pochissimi a stelle e strisce. Se è vero che è la qualità di un film, di qualsiasi parte del mondo esso sia, a tenere alto il livello di un Festival, dall’altra parte è anche vero che un red carpet privo di divi americani di prima categoria è una fotografia poco attrattiva per l’interesse dell’appassionato di cinema medio nei confronti di Cannes. A questo va aggiunto anche la diatriba che si è venuta a creare tra Netflix e il Festival stesso. Quest’anno, in Selezione Ufficiale, sono ben 3 i film ad essere distribuiti dal colosso americano dell’on demand. Ma dal prossimo anno non sarà più così. In un comunicato stampa l’organizzazione del Festival, complici anche le pressioni della Federation of French Cinemas, i puristi della sala cinematografica, si è affrettata a comunicare che per Cannes 2018 non saranno più selezionati film distribuiti da Netflix. Chi ci perde, tra i due, è sicuramente Cannes. Ma tant’è, questa è la cronaca.

Il mistero dei due film di Desplechin

Ma le polemiche, si sa, non hanno mai una fine e anche nel giorno del via alle danze fanno capolino. Secondo quanto riportato dal sito Variety, il film d’apertura, Les fantômes d’Ismaël di Arnaud Desplechin, sarebbe arrivato sulla Croisette in una delle due ipotetiche versioni che non avrebbe avuto l’approvazione del regista francese. La domanda che circolava tra gli accreditati nelle ore precedenti alla proiezione era questa: esistono due versioni diverse del film di Desplechin? A chiarirlo, durante la conferenza stampa, è lo stesso Desplechin:

L’idea delle due versioni del film risale a diverso tempo fa. È stata un’idea del produttore. In realtà non esistono due film diversi. C’è una versione, quella che avete visto (riferendosi ai giornalisti presenti in sala, ndr), di tipo più sentimentale. E c’è anche un’altra versione, quella originale, più intellettuale.

La “versione originale”, come la chiama Desplechin, duri 20 minuti di più e sarà proiettata in concomitanza con Cannes nel Cinema du Panthéon a Parigi. Se in Francia il film verrà distribuito nella versione vista a Cannes, in America la Magnolia Pictures non ha ancora deciso quale versione prediligere per il grande schermo.

Il film, intanto, è stato ben accolto dalla stampa francese.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *