Home / News / News Serie TV / Cancellazioni e Rinnovi / The Path: rinnovata per la terza stagione la serie con Aaron Paul
the path

The Path: rinnovata per la terza stagione la serie con Aaron Paul

Buone notizie per tutti i fan di The Path, infatti Hulu ha deciso di rinnovare per una terza stagione una delle sue prime serie originali, tra le più lodate dalla critica, con un nuovo ordine da 13 episodi. Il rinnovo è stato annunciato lo stesso giorno della messa in onda del finale della seconda stagione.

The Path

La serie drammatica, prodotta dalla Universal Television, casa di produzione “imparentata” con Hulu, e dalla True Jack Prods di Jason Katims, ha come protagonisti Aaron Paul, Michelle Monaghan e Hugh Dancy, e segue la storia di una famiglia i cui membri fanno parte di una controversa setta e narra l’evoluzione dei loro rapporti e di come lottino, alcuni per tenere insieme i loro affetti, altri nel nome di una causa che può sembrare, il più delle volte, molto discutibile. Ogni episodio cerca di fare luce in modo approfondito sul rapporto che c’è tra fede, famiglia e potere, sulle scelte che vengono compiute e la dicotomia tra la vita che c’è e quella desiderata.

Jessica Goldberg sarà di nuovo showrunner e produttrice esecutiva per la terza stagione. I produttori esecutivi sono anche Jason Katims e Michelle Lee di True Jack.

The PathNel corso del panel dello show ai TCA svoltisi nel mese di gennaio, la Goldberg ha osservato che la serie ha assunto un peso rilevante nel nuovo ambiente americano dell’era Trump (anche se, a dire il vero, parecchie serie hanno fatto la stessa affermazione ultimamente).

“Stavo riguardando alcuni degli episodi dopo che ci sono state le elezioni in America” ha detto la Goldberg, “e sono rimasta colpita da una scena nella quale Hugh Dancy, che interpreta leader della setta Cal, ha sottolineato l’importanza delle pareti per proteggere il compound dagli estranei. Ora è tutto diverso, anche come interpretazione. Tutto ciò che si dice, che si scrive, può essere interpretato in un altra luce. Bisogna pensare un po’ più attentamente alle storie che stiamo scrivendo.”

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *