Home / News / The Good Doctor: 5 cose da sapere sulla serie campione d’ascolti su Raiuno
The Good Doctor Freddie Highmore

The Good Doctor: 5 cose da sapere sulla serie campione d’ascolti su Raiuno

Nessuno si aspettava un successo così clamoroso. A distanza di quasi un anno dalla messa in onda negli Stati Uniti, in Italia è arrivata subito in chiaro in prima serata su Raiuno la serie tv della ABC The Good Doctor. Quando il giorno dopo gli addetti ai lavori sono andati a vedere i dati di ascolto la maggior parte sarà rimasta con la bocca spalancata. Una media di oltre 5 milioni per i primi 3 episodi trasmessi della prima stagione. In piena estate. Con una serie americana. Ascolti del genere per un prodotto d’oltreoceano non si registravano da anni, esattamente da quando Canale 5 mandava in onda in prima serata Dr. House.

Ma quali sono i motivi di cotanto successo? Andiamo a scoprirli con alcune curiosità sulla serie che vede protagonista il medico autistico interpretato da Freddie Highmore.

1) The Good Doctor e Dr. House hanno lo stesso autore

The Good Doctor Freddie HighmoreCome detto poco fa, The Good Doctor ha sbancato gli ascolti della prima serata di Raiuno come era solito fare allo stesso modo un’altra serie medical, Dr. House. Ebbene, le due serie tv non sono accomunate solo dagli ascolti record fatti registrare ma anche dallo stesso ideatore: David Shore. Il creatore di entrambe le serie si trova a suo agio nelle corsie degli ospedali dove ha collocato due personaggi tra loro diversissimi: tanto era scorbutico, misantropo e poco sensibile il Dr. House quanto è dolce e altruista il giovane medico interpretato da Freddie Highmore.

2) Shawn Murphy

Shawn Murphy è il nome del “buon dottore”. Affetto da una forma di autismo denominata Sindrome di Savant, Shawn è costretto ad affrontare i pregiudizi dei colleghi dell’ospedale. Ma grazie alla sua preziosissima memoria fotografica, dovuta proprio alla sindrome autistica che lo colpisce, è in grado di effettuare delle diagnosi a cui nessuno sarebbe arrivato. Dalla sua parte ha la protezione del Dr. Aaron Glassman, il primario dell’ospedale St. Bonaventure Hospital, che lo conosce da quando era piccolo.

3) The Good Doctor è un remake

The Good Doctor è un remake di una serie sudcoreana andata in onda nel 2013. Anche se di breve durata (una sola stagione andata in onda), la serie ebbe uno straordinario successo in patria tanto da guadagnarsi la bellezza di 7 KBS Drama Awards (gli Oscar televisivi sudcoreani). L’attore protagonista della versione orientale era Joo Woon, anch’esso premiato.

4) Da attore di Lost a produttore di The Good Doctor

The Good Doctor Freddie HighmoreSe la serie sudcoreana è riuscita ad avere un remake di grande successo negli Stati Uniti lo si deve in parte anche all’attore Daniel Dae Kim (il Jin di Lost), qui produttore esecutivo. Ecco cosa ha dichiarato Daniel riguardo alla serie originale:

C’è qualcosa che la tv coreana fa come nessun altro paese: il modo in cui rappresentano il melodramma. In America ci sono più drammi serializzati e può esserci spazio per qualcosa ispirato alla tv coreana, perché credo che i buoni contenuti siano in grado di superare le barriere culturali.

5) Freddie Highmore

The Good Doctor ha riscontrato un ottimo gradimento da parte del pubblico anche per aver azzeccato l’attore protagonista: Freddie Highmore. Ma dove l’abbiamo già visto? Negli ultimi 5 anni ha interpretato il ruolo di Norman Bates nella serie Bates Motel, prequel del film di Alfred Hitchcock Psycho. Ma la sua carriera d’attore è iniziata quando era un ragazzino. A 13 anni è apparso al fianco di Johnny Depp e Kate Winslet in Neverland. Qualche anno dopo era uno dei bambini ad aver avuto il privilegio di visitare La fabbrica di cioccolato di Willy Wonka nel film di Tim Burton. Grazie al ruolo di Shawn Murphy, Highmore si è guadagnato la sua prima nomination agli Emmy Awards.

I CONSIGLI DI INTRATTENIMENTO.EU:

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Daniele Marseglia

Ricordo come se fosse oggi la prima volta che misi piede in una sala cinematografica. Era il 1993, film: Jurrasic Park. Da quel momento non ne sono più uscito. Il cinema è la mia droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.