Home / Netflix / The Spy: Sacha Baron Cohen protagonista del nuovo drama Netflix
the spy cohen

The Spy: Sacha Baron Cohen protagonista del nuovo drama Netflix

Sacha Baron Cohen si reinventerà come agente segreto israeliano nel dramma di Netflix The Spy. La serie narra la storia di Eli Cohen, una spia israeliana che operava in Siria negli anni ’60 e la cui eredità vive oggi in Medio Oriente.

The Spy, un drama antico e moderno

the spy cohenCohen si insediò nell’alta società siriana e si insinuò nelle file della politica del Paese per diventare consigliere capo del ministro della Difesa. Alla fine fu catturato dal regime siriano, condannato a morte e impiccato pubblicamente in una piazza di Damasco nel 1965. Il drama, quindi, pur avendo un’ambientazione d’epoca, ha un forte richiamo alla vita odierna, per le implicazioni della difficile situazione Siriana e per i delicati equilibri in medioriente che sono ben lontani da trovare un equilibrio.

The Spy è stato scritto e diretto da Gideon Raff, il cui thriller israeliano Prisoners of War ha ispirato Homeland.

Baron Cohen, che ha creato personaggi comici come Ali G e Borat, ed è attualmente protagonista di Hilarity for Charity di Seth Rogen su Netflix. Quindi in questo caso il suo personaggio esce dagli schemi classici della sua carriera per virare su qualcosa di decisamente più drammatico.

Leggete anche: la nostra recensione della seconda parte de La casa di carta, crime spagnolo che ha conquistato Netflix

L’attore e sua moglie Isla Fisher hanno fatto notizia nel 2015 per la loro donazione di un milione di dollari di beneficenza a sostegno delle vittime del conflitto in Siria.

La data di uscita di The Spy, serie che sarà composta da sei episodi, non è stata ancora annunciata.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *