Home / Amazon / The Forgotten Army: una serie sugli indiani nella seconda guerra mondiale
the forgotten army

The Forgotten Army: una serie sugli indiani nella seconda guerra mondiale

The Forgotten Army, basata sulla figura storica di Subhash Chandra Bose del National Indian Army, progetto diretto dal regista di Bollywood Kabir Khan, sarà una nuova proposta di Amazon che con questa scelta cerca di entrare più in profondità nel mercato indiano.

The Forgotten Army

The Forgotten Army, a dirla tutta, è solamente il titolo provvisorio di questa nuova serie, ambientata durante la seconda guerra mondiale e basata su eventi realmente accaduti. Il progetto ruoterà attorno alla figura storica dell’indiano Subhash Chandra Bose e al suo esercito nazionale indiano, creato dopo la sconfitta della Gran Bretagna a Singapore durante la seconda guerra mondiale, mentre l’India era ancora sotto il dominio coloniale britannico.

La serie, che sarà trasmessa in tutto il mondo, andrà in produzione entro la fine dell’anno e sarà diretta dal regista di Bollywood, Kabir Khan. Il suo curriculum include successi come Bajrangi Bhaijaan del 2015 e l’imminente Tubelight, che sarà ambientato durante la guerra tra India e Cina del 1962 e vedrà come protagonisti la stella di Bollywood Salman Khan e l’attrice cinese Zhu Zhu.

AMAZONCome parte del suo lancio in India nel mese di dicembre, il Amazon Prime Video ha presentato 18 prodotti originali indiani, che sono in diverse fasi di produzione. “Il nostro obiettivo è quello di costruire una scaletta irresistibile di spettacoli indiani, lavorando con i più grandi talenti del settore”, ha detto il capo di contenuti globali di Amazon Prime Video, Roy Price, aggiungendo che l’associazione con Khan “è uno dei tanti partenariati che avvieremo in India”

Khan conferma: “Sono entusiasta di fare questa serie veramente internazionale, che ha la possibilità di raggiungere un pubblico impensabile per qualsiasi film hindi.”

Amazon alla conquista dell’India

Amazon sta spingendo molto sulla produzione e programmazione locale come parte della strategia di crescita globale della società, come è stato ribadito all’evento MIPTV della scorsa settimana, durante il quale lo studios ha diffuso una nota che afferma che “stiamo cercando di esportare la mentalità di Amazon Studios da Los Angeles a tutto il mondo; vogliamo utilizzare posti come l’India, Tokyo e Londra come hub di sviluppo regionale per portare avanti il nostro sforzo per lo sviluppo dei prodotti originali internazionale”

Questo sviluppo conferma la strategia che tutti i grandi player mondiali televisivi stanno portando avanti, in primis la stessa Amazon, Netflix (che ha anche lei in sviluppo un prodotto originale indiano, Sacred Games), HBO e Sky. Ormai la produzione è globale per il globale e non solo più americana verso l’estero. Preparatevi, perché questa sarà la televisione del futuro.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: THR

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *