Home / News / News Serie TV / Dai Libri alla TV / L.A. Confidential: dal libro di James Ellroy, dopo il film, arriva una serie TV
l.a. confidential

L.A. Confidential: dal libro di James Ellroy, dopo il film, arriva una serie TV

La CBS ha deciso di iniziare lo sviluppo della serie TV L.A. Confidential, un dramma basato sul famoso romanzo noir di James Ellroy. Lo show verrà creato da Arnon Milchan, che produsse anche l’acclamato film del 1997 e dala sua New Regency, oltre al supporto dello scrittore e produttore Jordan Harper (Gotham), della Lionsgate Television e dei CBS Television Studios.

L.A. Confidential

l.a. confidentialScritto da Harper, L.A. Confidential narra la storia di tre detective della omicidi, di una giornalista e di un’attrice hollywoodiana, i cui sentieri si intersecano mentre i detective inseguono un serial killer sadico che si nasconde nelle pieghe del glamour di Los Angeles negli anni ’50. Harper stesso sarà produttore esecutivo, assieme a Milchan. Il progetto è nato dalla partnership  tra New Regency e Lionsgate e, dopo l’accordo per la trasmissione sulla CBS, ha visto aggiungersi i CBS TV Studios.

L.A. Confidential è il terzo libro della saga di Ellroy’s L.A. Quartet. Il romanzo è stato adattato a film nel 1997, diretto e co-scritto da Curtis Hanson e interpretato da Kevin Spacey, Russell Crowe, Guy Pearce, James Cromwell, Kim Basinger, David Strathairn e Danny DeVito. Il film è stato premiato a Cannes e ha ricevuto nove nomination all’Oscar, tra cui Miglior Film, Best Picture, migliore attrice protagonista (vinto dalla Basinger) e miglior sceneggiatura non originale per Hanson e Brian Helgeland.

Oltre a L.A. Confidential, Milchan è stato nominato agli Oscar per il Miglior Film, nel ruolo di produttore di The Revenant, film che ha fatto vincere a Leonardo DiCaprio l’ambita statuetta come miglior attore e ad Alejandro G. Iñárritu quella per miglior regia. Come produttore, Milchan, vanta un curriculum di tutto rispetto, con titoli come Brazil, C’era una volta in America, The King of Comedy, Fight Club, 12 anni schiavo, Birdman e The Big Short.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Deadline

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *