Home / News / ISIS: National Geographic ordina una serie TV
national geographic isis

ISIS: National Geographic ordina una serie TV

National Geographic e il canale inglese Channel 4 stanno collaborando per produrre una miniserie tv, romanzata, su un tema assolutamente scottante: l’organizzazione terroristica ISIS.

Secondo quanto appreso da Deadline, il drama, al momento ancora senza titolo, esplorerà il percorso (fittizio) di quattro uomini e donne inglesi che si fanno influenzare dalle teorie radicali e decidono di unirsi al cosidetto Stato islamico a Raqqah, in Siria. Il programma in quattro parti sarà gestito dallo scrittore e regista Peter Kosminsky (Wolf Hall), ed è atteso al debutto nel 2017.

Le dichiarazioni dei network

peter-kosminsky-getty“Dopo un anno di approfondite ricerche, Peter ha scritto una affascinante storia di fantasia che mette in luce un mondo sconosciuto e inimmaginabile.” Queste le dichiarazioni di Beth Willis, capo del reparto Drama di Channel 4. Carolyn Bernstein, Vice Presidente esecutivo di National Geographic, ha aggiunto che gli script di Kosminsky usano un “approccio pieno di imperturbabile coraggio nel raccontare storie basate sui fatti di giovani reclute dell’ISIS e offrono uno sguardo autentico e ricco di sfumature all’interno di una delle più gravi minacce globali che abbiamo di fronte oggi.”

Sicuramente, a nostro giudizio, un’idea coraggiosa, anche se può essere giudicabile il fine ultimo di produrre uno spettacolo del genere.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.