Home / News / News Libri / Narrativa / Io sono già morto di David Unger: un ritratto duro del Guatemala anni 70
io sono già morto

Io sono già morto di David Unger: un ritratto duro del Guatemala anni 70

 io sono già mortoAutore: David Unger
Titolo: Io sono già morto
Editore: Frassinelli
Pagine: 300
Costo: 18,90€
Uscita: 07 Novembre 2017

Io sono già morto di David Unger. “Il mio romanzo si svolge in Guatemala nel 2009 e prende spunto dal famigerato caso Rodrigo Rosenberg per parlare dell’amore, del tradimento e dell’arroganza del potere nella terra in cui sono nato.”

Io sono già morto

io sono già mortoGuatemala, anni 70: Guillermo Rosensweig è un giovane esponente della borghesia della capitale. Destinato a proseguire l’attività commerciale del padre, Guillermo sente di volere qualcosa di più e, dopo un’adolescenza di viaggi, sesso e dissipatezze, si laurea e diventa un brillante avvocato, capace di curare gli interessi di grandi imprenditori.

Ispirato alla storia vera di Rodrigo Rosenberg, l’avvocato che fece diffondere dopo la sua morte un video su You Tube in cui lui stesso denunciava i propri assassini, Io sono già morto è un romanzo che alterna, a un ritmo impetuoso e su uno sfondo storico inquietante, i soprassalti tipici del noir e le rivelazioni di una analisi psicologica penetrante. Unger racconta un Guatemala corrotto e insidioso, sfruttato da figure abili e sfuggenti. I colpi di pistola che crivellano il corpo di un ricco industriale e, trapassandolo, ne uccidono la figlia sono l’innesco di un meccanismo che finisce col travolgere il destino di chi cerca la verità e soprattutto di chi vuole che la verità diventi un’arma contro il potere.

La storia di Rodrigo Rosenberg è stata raccontata anche in un articolo di David Grann apparso sul New Yorker del 4 aprile 2011. E’ in programma la realizzazione di un film con Oscar Isaac.

David Unger

David Unger è nato in Guatemala nel 1950; oggi vive a Brooklyn e insegna al City College di New York. È rappresentante per gli Stati Uniti alla Feria Internacional del Libro de Guadalajara. Sebbene scriva in inglese, è considerato uno dei maggiori scrittori del Guatemala e in Guatemala è stato insignito del Miguel Àngel Asturias National Prize in Literature. Ha tradotto dallo spagnolo in inglese autori importanti come Rigoberta Menchú e Nicanor Parra.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Ufficio Stampa Frassinelli

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *