Home / News / News Libri / Narrativa / Viaggio d’inverno è l’atteso ritorno di Jaume Cabré in libreria
Viaggio D'Inverno Jaume Cabré

Viaggio d’inverno è l’atteso ritorno di Jaume Cabré in libreria

 Viaggio D'Inverno Autore: Jaume Cabré
Titolo: Viaggio d’inverno
Editore: La Nuova Frontiera
Pagine: 224
Costo:  17,00 Euro
Uscita: 1 Marzo 2017 

Viaggio d’inverno, l’atteso ritorno di uno scrittore che ha sedotto i lettori di tutto il continente. Più di 1.000.000 di copie vendute in Europa. Dello stesso autore Le voci del fiume, Io confesso, Signoria, L’ombra dell’eunuco.

Viaggio d’invero

Viaggio D'Inverno Viaggio d’invero, l’ultimo libro di Cabré, è un repertorio di passioni umane, è una cavalcata per la storia intima dell’Europa e un omaggio letterario alla musica di Schubert e Bach. I racconti che lo compongono sono ambientati in epoche differenti e distinti sono i protagonisti – un pianista, un uomo tradito, una prostituta, un costruttore di organi, un rabbino, un sacerdote, uno studioso, un ladro, un killer, un pazzo, un sopravvissuto all’Olocausto, un oligarca e un artista fallito – ciononostante, mentre si avanza con la lettura si ricrea sotto occhi del lettore una misteriosa unità.

A poco a poco i fili della trama narrativa, di una squisita finezza, s’intrecciano formando dei collegamenti tra idee diverse, luoghi e personaggi distanti. I temi abituali delle opere di Jaume Cabré, centellinati con estrema maestria, si cristallizzano in questa piccola gemma che lo consacra, ancora una volta, come uno dei grandi nomi della letteratura europea contemporanea

Jaume Cabré

Jaume Cabré nato a Barcellona nel 1947, è uno dei grandi autori della letteratura catalana contemporanea. Le sue opere sono tradotte in quindici lingue e hanno raggiunto un successo straordinario in paesi come Germania, Francia e Olanda, consacrandolo quale protagonista di primo piano del panorama letterario internazionale

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Ufficio Stampa La Nuova Frontiera

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *