Home / News / Le ragazze rapite, un reportage su Boko Haram e il terrore in Africa
ragazze rapite

Le ragazze rapite, un reportage su Boko Haram e il terrore in Africa

 ragazze rapiteAutore: Wolfgang Bauer
Titolo: Le ragazze rapite
Editore: La Nuova Frontiera
Pagine: 192
Costo:  16,50 Euro
Uscita: 2 Febbraio 2017 

Le ragazze rapite, un libro intenso e penetrante, un reportage, non fiction, su Boko Haram e tutto il terrore che si annida nel cuore dell’Africa.

Le ragazze rapite

ragazze rapiteNell’aprile del 2014 un commando di Boko Haram attacca Chibok, un piccolo villaggio nel nord-est della Nigeria, e rapisce 276 studentesse. Subito un grido di indignazione si leva in tutto il mondo e, riunite sotto l’hashtag #bringbackourgirls, personalità come Michelle Obama e il premio Nobel per la pace Malala Yousafzai manifestano il loro orrore chiedendo l’immediata liberazione delle ragazze. Ma ciò che è accaduto a Chibok non è un caso isolato.

In questo momento sono migliaia le donne prigioniere nelle mani dei fondamentalisti. Nel luglio del 2015 il reporter della Zeit Wolfgang Bauer è andato in Nigeria per parlare con alcune delle ragazze che sono riuscite a fuggire. Ha sentito dalla loro voce il racconto della vita prima del rapimento, la terribile esperienza della prigionia e il sogno di una vita migliore. Questo reportage traccia un quadro dettagliato del regime del terrore di Boko Haram, e offre uno spaccato senza uguali sulla vita dell’organizzazione. Ma soprattutto restituisce alle ragazze rapite una voce: una voce potente, che parla di dolore e violenza, ma anche di coraggio e di speranza.

Wolfgang Bauer

Wolfgang Bauer è un giornalista della Zeit. I suoi reportage hanno ricevuto numerosi premi tra cui il Katholischer Medienpreis e il Prix Bayeux-Calvados dei corrispondenti di guerra. Grande conoscitore del Medio Oriente, nel 2007, ha seguito sul campo le operazioni militari americane in Afghanistan, denunciandone gli abusi. Con la Nuova Frontiera ha già pubblicato il libro “Al di là del mare”.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Ufficio Stampa La Nuova Frontiera

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.