Home / Festival del Cinema / Lola + Jeremy: impressioni e commenti sul film di July Hygreck
Lola

Lola + Jeremy: impressioni e commenti sul film di July Hygreck

Come ogni anno, oltre alla Selezione Ufficiale, la kermesse propone una sezione dedicata ai più giovani, Alice nella Città. Anche quest’anno la sezione è stata ricca di anteprime molto attese, di incontri con star internazionali come Dakota Fanning e Orlando Bloom, atteso nella giornata di chiusura, e molte opere prime o seconde, spesso graditissime sorprese. Una delle più apprezzate di quest’edizione è stato un film francese, Lola + Jeremy, primo film di July Hygreck.

Lola + Jeremy: sinossi

Lola è una sognatrice. E’ giovane, piena di speranze. Lavora in un negozio di fumetti, ama i supereroi, Superman in particolare, e il suo film preferito è Se mi lasci ti cancello, cult di Michel LolaGondry. Jeremy è un ragazzo creativo. Graphic designer, lavora con il socio e amico Mathias al progetto CercasiAlibiDisperatamente e con il fratello Sam si prende cura del padre, malato terminale di cancro. Lola e Jeremy si innamorano, sono pazzi l’uno dell’altra. I due decidono di riprendere e raccontare attraverso dei video la loro storia, anche per raccontare questa storia al padre. Quando Lola scopre una piccola bugia, lascia delusa Jeremy. Il ragazzo, perso senza di lei, decide di sorprenderla e riconquistarla creando insieme agli amici una banda di supereroi. La banda rapisce personaggi famosi, chiedendo come riscatto l’amore della ragazza. Riuscirà Jeremy a riconquistarla?

Lola + Jeremy: impressioni e commenti

Senza alcuna aspettativa, il film si è rivelato, in un panorama di Alice nella Città quest’anno leggermente più debole rispetto agli altri anni, Lola + Jeremy è una boccata d’aria fresca. E’ un film Lolaonesto, godibile, realizzato con poco ed è forse questa la chiave del suo successo e della sua buona riuscita. La sensazione che si prova costantemente durante tutto il film, nonostante i supereroi, i video-episodi, è la realtà del racconto. Lola e Jeremy sono due ragazzi comuni, con le paranoie quotidiane, ed è positivo per lo spettatore vivere una storia che forse non avrà la perfezione di un torta in pasta di zucchero, ma è ricca di sapore come una ciambella appena sfornata.

Questo senso di realtà e verità è sottolineato dalla scelta degli attori. Charlotte Gabri e Syrus Shahidi, rispettivamente Lola e Jeremy, sono visivamente perfetti. Sono due bellezze moderne, sono belli nella loro imperfezione, senza alcun look esagerato, senza alcun artificio.

Per quanto il finale e l’andamento della storia sia prevedibile, il film sorprende per le trovate stilistiche  originali e una sceneggiatura incalzante e piena di ritmo. La regia evidenza alcuni tratti grezzi, ma è ottimo il lavoro portato a termine, un punto di partenza interessante per i futuri lavori.

Lola + Jeremy

valutazione globale - 7

7

Una storia d'amore semplice, una boccata d'aria fresca

User Rating: Be the first one !

Lola + Jeremy: curiosità dal festival

Il film, una co-produzione italo-francese, è stato realizzato grazie ad una raccolta fondi sulla piattaforma KissKissBankBank. La regista si è ispirata a numerosi film per la realizzazione di questo film: da 2 giorni a Parigi di Julie Delpy a 500 giorni insieme di Marc Webb, senza dimenticare ovviamente Se mi lasci ti cancello di Michel Gondry, film preferito della protagonista nella pellicola.

LolaIl film è stato accolto con entusiasmo dagli spettatori, che non si sono risparmiati con applausi e apprezzamenti in sala e non. Presenti in sala durante la proiezione erano la regista July Hygreck, l’attore Syrus Shahidi e i produttori italiani del film, che si sono dichiarati orgogliosi di aver preso parte al progetto e di aver scommesso su di esso.

La proiezione del film è stata anticipata dal corto Strollica, diretto dal regista Peter Marcias, finanziato dalla Fondazione Sardegna Film Commission. Il cortometraggio, sceneggiato da Gianni Loi e con le musiche originali di Chiara Effe, parla di ecologia e racconta la storia di una bambina che un giorno vede la natura intorno a se mutare a causa della costruzione di un impianto eolico. La bimba curiosa si avventurerà per scoprire se la pala sia realmente una nemica.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Francesco Giuffrida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *