Home / Amazon / Good Girls Revolt: l’inizio di una rivoluzione. Il trailer
good girls revolt

Good Girls Revolt: l’inizio di una rivoluzione. Il trailer

Good Girls Revolt è una serie che prossimamente, il 28 Ottobre, arriverà su Amazon. In questa serie potremo assistere a come Nora Eprhon (l’autrice di Harry ti presento Sally, Insonnia d’amore, C’è posta per te) abbia ispirato un gruppo di giovani donne per reclamare il proprio giusto posto nella società e la parità nel mondo del giornalismo.

Nel trailer rilasciato da Amazon, infatti, possiamo vedere come la ex attrice di The Newsroom, Grace Gummer, nel ruolo di guest star proprio della Ephron, si confronti con il suo capo (Jim Belushi) quando lui rifiuta di pubblicare un suo pezzo. La scena offerta dalla aspirante scrittrice e giornalista ispirerà un gruppo di donne, fino ad allora mere ricercatrici, a battersi contro il sessismo nella speranza, un giorno, di vedere pubblicato il loro lavoro in un settore dominato dagli uomini.

Good Girls Revolt, la serie

good girls revolt La serie, ambientata nel 1969, si ispira a dei casi di cronaca di discriminazione sessuale riportati nel libro, dallo stesso titolo della serie, di Lynn Povich. Il cast comprende anche Genevieve Angelson (Backstrom), Anna Camp (Pitch Perfect), Erin Darke (We Need to Talk About Kevin), Chris Diamantopoulos (Silicon Valley), Hunter Parrish (Weeds) e Joy Bryant (Parenthood).

“Io non voglio solo guardare le notizie, voglio essere parte di esse”

Questa la frase simbolo del trailer, pronunciata da una delle ragazze della Good Girls Revolt, e già un perfetto claim della serie di Amazon. Dal trailer si percepisce tutta l’atmosfera alla Mad Men, declinato al femminile, anche se nella serie AMC il concept era molto più complesso e intimista, mentre qui sembra delineato a raccontare un passaggio epocale, coinvolgendo anche alcune storicamente esistite, come appunto la Ephron.

Il trailer di Good Girls Revolt

 

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: TVLine

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *