Home / News / News Serie TV / Documentari / Beware the Slenderman: il trailer del documentario crime HBO
beware the slenderman

Beware the Slenderman: il trailer del documentario crime HBO

HBO è pronta per raccontare la classica storia di terrore dell’Uomo Nero, se non che questo Beware the Slenderman non è un prodotto della fantasia per spaventare i bambini e farli comportare bene, ma è purtroppo un fatto drammaticamente reale.

Beware the Slenderman

Il prossimo documentario crime, tratto da un vero crimine, è, per l’appunto, Beware the Slenderman, che esordirà sull’importante canale cable statunitense il prossimo 23 gennaio e racconta la storia del famigerato accoltellamento di una ragazzina di 12 anni, avvenuto nel 2014 in Wisconsin, perpetrato da due delle sue compagne di classe.

beware the slendermanLe ragazze accusate, interrogate dalla polizia, ammisero il proprio crimine, ma dissero che lo avevano fatto fatto per placare l’Uomo Snello (Slenderman), un immaginario ghul, tratto da una popolare storia horror cresciuta online sulla base di una costruzione collettiva del personaggio.

[Il Ghul, in inglese Ghoul, a volte italianizzato Goula, originariamente è una figura di uno spirito o un entità sovrannaturale che deriva dalla tradizione araba, pre-islamica, per la quale, spesso, erano spiriti femminili malvagi che assalivano i viandanti nei deserti]

Il trailer di Beware the Slenderman

Il trailer, che potete vedere qui sotto, inizia con dei filmati in bianco e nero in stile film horror, con questo Uomo Snello, molto alto, pallido, una creatura senza volto ma con dei tentacoli sulla schiena (insomma, più che un Ghul un misto di varie leggende) e una ragazza nel bosco, mentre una voce recita una filastrocca inquietante:

The palest man/The blackest suit/Quicker than the tallest brute

e poi riprendiamo dallo scoprire la vera storia con una delle ragazze accusate che dice ai poliziotti che “lui ha detto che avrebbe ucciso le nostre famiglie”.

La storia divenne due anni fa un caso mediatico, principalmente negli Stati Uniti, ma non solo e una vicenda che rappresenta bene come siano labili i confini che separano fantasia e realtà e di come le menti siano spesso suggestionabili.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: TVLine

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *