Home / News / Lucifer: arriva Tricia Helfer da Battlestar Galactica
lucifer halfer

Lucifer: arriva Tricia Helfer da Battlestar Galactica

Una delle principali domande sul casting della seconda stagione di Lucifer, il comic drama di Fox, ha ricevuto risposta oggi. Ed è una risposta che non puà che deliziare i fan del genere. Tricia Helfer, ex attrice di Battlestar Galactica, è stata annunciata come madre di Lucifero. L’ingresso del personaggio era stato preannunciato alla fine della seconda stagione e ora c’è anche un volto. La Hafler inoltre ha decisamente il physique du role adatto.

Attenzione SPOILER sulla seconda stagione da qui in poi.

Lucifer-set-visitLa Helfer sarà regolare nella seconda stagione e interpreterà Charlotte in quello che dovrebbe essere il plot centrale della stagione. Intrappolata all’inferno per migliaia di anni da Dio (il suo ex-marito), la Madre degli Angeli è ora libera sulla Terra. Una volta riunita con Lucifero, diventerà chiaro da chi ha preso. La mamma è senza paura e ha una forte convinzione per quello che è e ciò che si merita. Tuttavia, madre e figlio non condividono la stessa opinione quando si tratta dell’umanità. Tutto ciò che affascina Lucifero della gente respinge invece sua madre. Un disprezzo che è evidenziata dal fatto che la mamma di intrappolato in un corpo umano per la sua permanenza sulla Terra (oddio, non che gli sia andata male come corpo in cui essere intrappolata).

Lucifero cerchera in ogni modo di scoprire gli scopi di sua madre, anche se lei dice che vuole solo trascorrere un po’ di tempo coi figli. La sua innocenza però è dannatamente sospetta.

Come la annunciava lo showrunner

“La più grande domanda sarà ‘Chi è la mamma?'” diceva alla fine della prima stagion lo showrunner Joe Henderson in un’intervista a TVLine, “Siamo entusiasti di capire chi andremo a selezionare, perché sarà un personaggio importante, figo e molto affascinante. La prima stagione era la storia di un figlio ribelle e dei suoi problemi col padre. Ora dovrà vedersela con la mamma.” Ecco, possiamo dire che su importante, figo e affascinante ci hanno beccato in pieno con Number Six.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.