Home / Netflix / Lost in Space: da Black Sails arriva Toby Stephens
lost in space toby stephens

Lost in Space: da Black Sails arriva Toby Stephens

L’astronave di Lost in Space ha un nuovo capitano e con un ottimo curriculum. Arriva infatti direttamente dalla plancia delle navi di Black Sails Toby Stephens, che dopo aver guidato una nave nel mar dei Caraibi ora ne guiderà una nello spazio profondo. Un altro membro che si aggiunge al cast sarà Maxwell Jenkins (Sense8).

Il nuovo Lost in Space, remake della serie iconica del 1965 di Irwin Allen, con il debutto previsto nel 2018, sarà una serie di 10 episodi che arriverà sulla piattaforma digitale Netflix. La storia prende spunto dalla serie originale, centrata sulla famiglia Robinson, costretta ad una convivenza forzata date le circostanze. Le circostanze, chiaramente, erano di trovarsi in un viaggio intergalattico, ad anni luce dalla loro destinazione e costretti a fronteggiare un ambiente alieno e i propri demoni personali.

Stephens interpreterà il padre, l’astrofisico John Robinson, comandante della spedizione. Tale ruolo, nella serie originale, venne interpretato da Guy Williams. Williams invece sarà il figlio più giovane della famiglia. Questi due attori si vanno ad unire a Taylor Russell, annunciata qualche giorno fa come figlia maggiore.

Lost in Space

lost in space jenkinsIl remake è un progetto creato e sviluppato da Matt Sazama e Burk Sharpless (Dracula Untold, Gods of Egypt), con Zack Estrin (Prison Break) come showrunner.

Lost in Space, nella sua versione originale del 1965, era ambientata 3 decenni nel futuro, nel 1997 (ah, che ottimisti!) e si imperniava sul tentativo degli Stati Uniti di colonizzare lo spazio profondo, inviando una sola famiglia, i Robinson, in un viaggio di 5 anni e mezzo verso un altro pianeta (ancora più ottimisti!). Ma la nave perderà la sua rotta per via di…. (lo scoprirete guardandolo), perdendosi nello spazio profondo.

Stephens e Jenkins

L’attore inglese Stephens interpreta il capitano Flint in Black Sails, che terminerà quest’anno, mentre Jenkins ha avuto dei ruoli da guest in Sense8 e Betryal ed ora sarà l’antagonista di Gerard Butler in The Headhunter’s Calling, presentato in anteprima al Toronto Film Festival.

 

Fonte: Deadline

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *