Home / News / Cittadinanza in vendita di Araxia Abrahamian: reportage sulla cittadinanza
cittadinanza in vendita

Cittadinanza in vendita di Araxia Abrahamian: reportage sulla cittadinanza

 cittadinanza in vendita Autore: Araxia Abrahamian
Titolo: Cittadinanza in vendita
Editore: La Nuova Frontiera
Pagine: 192
Costo: 15,50 Euro
Uscita: Marzo 2017 

Cittadinanza in vendita è un’appassionante inchiesta sul cosmopolitismo, volontario o forzato.

“Una scioccante immersione nell’industria della cittadinanza.”
Libération

Cittadinanza in vendita

cittadinanza in vendita La cittadinanza – il “diritto ad avere diritti”, come l’ha definita Hannah Arendt – è oggigiorno preclusa a milioni di persone sulla terra: profughi, rifugiati, apolidi e altri “illegali”. Per pochi fortunati, al contrario, i passaporti sono dei beni di lusso da collezionare come gli oggetti d’arte, per viaggiare liberamente e pagare meno tasse. Questo reportage ci mostra com’è cambiato il concetto di “cittadinanza” nell’era delle grandi migrazioni e della privatizzazione degli Stati.

Da un lato, gli ultra ricchi si sono impossessati del titolo di “cittadini del mondo” e sono gli unici a godersi, con i loro capitali, un pianeta senza frontiere. Dall’altro, le nazionalità svendute, come l’inverosimile accordo siglato da uno dei paesi più poveri al mondo, le isole Comore, e gli Emirati Arabi che, per regolare lo status delle popolazioni apolidi ancora presenti sul loro territorio, hanno comprato all’ingrosso migliaia di passaporti comoriani.

Araxia Abrahamian

Atossa Araxia Abrahamian è una giornalista free-lance ed editorialista per AlJazeera America. Collabora con il New York Times e la London Review of Books. Svizzera, iraniana e canadese risiede attualmente a New York.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Ufficio Stampa La Nuova Frontiera

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.